Sorrento: Senza Di Nunzio e Nocentini dietro si balla

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La filosofia di Papagni “c’e’ sempre il giorno dopo” torna utilissima al Sorrento sconfitto in quel di Viareggio.
La Toscana non si e’ dimostrato toccasana come Prato di un mese fa, ma i rossoneri sono andati davvero vicini al colpo grosso.
Ripartire dopo un ko simile sarebbe pesante per il più’ convinto ottimista, ma si deve farlo perché non c’e’ tempo. Ha capito che si deve badare al sodo l’allenatore pugliese anche se quando si regala la mediana come accaduto con Latina e Viareggio dietro si balla.
Le ultime due sconfitte sono accomunate da un unico fattore denominatore la mancanza di uno dei due difensori centrali titolari. Di Nunzio con le zebrette, Nocentini con i pontini.
Sebbene sia un classe ’92, Ciampi sta dimostrando limiti che superano l’ordinaria amministrazione: in affanno sulle palle alte, indeciso nelle situazioni gioco.
Il problema c’e’, adesso bisogna trovare la soluzione alternativa. Se Terminiello ha mostrato buone prospettive ha la pecca di essere cagionevole come un bambino.
Bonomi che viene considerato terzo uomo di difesa in fase di costruzione sembra la strada più’ semplice così come Balzano che da jolly con Bucaro si e’ ritrovato spettatore non pagante nella nuova gestione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!