SGB: De Simone non basta – pareggio con il Lettere

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Mezzo passo falso del San Giovanni Battista, in chiave play off. Al Massaquano, non basta una partita dominata, nè tre reti segnate delle quali una sola viene convalidata dal direttore di gara. Il Lettere raccoglie il massimo risultato possibile, capitalizzando al massimo l’unica occasione gol in tutta la partita. L’incontro sembra prendere il binario giusto per i locali, al 20 quando Gennaro De Simone corregge in rete un cross di Gianmario Cosenza. Lo stesso Cosenza, poco dopo si vede neutralizzare un bel drop, indirizzato nel sette, dall’ottimo portiere ospite. Al 30 è Mario Esposito che insacca, ma l’arbitro, in quel momento ben distante dall’azione, riesce comunque a vedere una irregolarità, che rimane agli occhi dei più, una incognita. Al 37 su calcio d’angolo il Lettere coglie l’insperato pareggio . Il secondo tempo è un monologo dei rossoblu, anche se piuttosto sterile , che frutta ancora qualche bella parata dell’estremo biancorosso ed una rete di Caccioppoli non convalidata dal giovanissimo direttore di gara.

Campionato Reg. II categoria – girone I
SAN GIOVANNI BATTISTA – LETTERE      1  –  1

®riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!