Sorrento, Guitto:”Ripetiamo la gara di Prato”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ritorna in Toscana Roberto Guitto (foto Pollio) dopo aver fatto la trafila nelle giovanili dell’Empoli e spera di ripetere la gara di Prato

È un vero e proprio jolly della mediana Roberto Guitto che, giunto in costiera con l’etichetta di trequartista, è stato utilizzato in tutti i ruoli della mediana.
“Infatti, ma pur di giocare cerco di adattarmi alle scelte che fa il mister”. Anche lui, da bravo calciatore integrato in un gruppo farebbe carte false pur di essere scelto nell’undici iniziale.
“Alla fine quello che mi chiede di fare la giocata una volta accentratomi è nelle mie possibilità. Nulla di strano”.
Lui napoletano di nascita e calcisticamente cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli è tornato nella natia Campania per riuscire a contribuire alla salvezza del Sorrento. In quel di Viareggio non sarà facile, ma si tratta di un vero e proprio spareggio.
“Gara dura perché i nostri avversari al di là di tutto sono una squadra organizzata e forse una di quelle che maggiormente incarna il carattere del proprio allenatore”, spiega Guitto, che è conscio delle difficoltà che si incontreranno al Bresciani.
“Giocheremo in casa loro dove sono molto forti. Imbattuti secondo la classifica e hanno fatto complessivamente 20 punti”.
Dati alla mano avversario peggiore non poteva capitare al Sorrento che lontano dall’Italia ha ottenuto solo due vittorie a fronte di otto sconfitte.
“Visti contro il Pisa in Coppa hanno dimostrato grande reazione dopo la sconfitta dell’andata. Guai a non essere pronti sin dal via”.
Il ritorno in Toscana potrebbe essere la volta buona per consentire ai costieri di tornare al successo lontano da casa dopo il sacco del Bisenzio di Prato.
“Magari – conclude Guitto -. Speriamo che la squadra e anche io possiamo ripetere la prestazione di Prato sarebbe molto importante per la nostra classifica”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!