Campionati europei Tiro alla fune: Lubrensis terza nella categoria 340Kg

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Nessuno si aspettava una Lubrensis che avrebbe ottenuto certi risultati in Olanda, a Renswoude dove si è svolto il Torneo Internazionale ospitato a Lagerweij da una squadra locale.
I timori di una preparazione fatta con intensità e della quale non si conoscevano i risultati ha, alla fine, dato i suoi frutti.
La compagine costiera si è ben comportata nelle tre categorie nelle quali è stata impegnata chiudendo quasi sempre nella top five finale.
I ragazzi della Lubrensis sono partiti subito alla grande nella categoria 4 x 4 del peso di 340 kg, dove la squadra formata da Eugenio Gargiulo, Maurizio Esposito, Luigi Terminiello e Michele Gargiulo hanno raggiunto la medaglia di bronzo e si sono persi la finale veramente per pochissimo, infatti hanno impegnato la squadra che ha poi vinto questa categoria in una tirata lunghissima, quasi da record italiano.
Sabato invece si sono svolte le categorie ad 8, dove in effetti la Lubrensis ha puntato tanto per prendere riferimenti rispetto allo scorso anno. Le categorie a cui la compagine costiera ha partecipato sono state la 640 kg e la 600 kg. Al di là del risultato, rispettivamente 6° e 5°, il coach Sandro Gargiulo è rimasto veramente soddisfatto.
“Siamo venuti qui per confrontarci con alcune delle squadre più forti in assoluto, e considerata la facilità con cui lo scorso anno alcune di queste ci hanno battuto ai mondiali, non posso che essere felice – spiega il trainer massese -. Questo torneo è la testimonianza che la squadra sta lavorando bene; lo scorso anno la forbice era molto più grande rispetto ad ora. Adesso aspettiamo i campionati italiani”.
Altri protagonisti della Lubrensis sono stati Luca Gargiulo, Raffaele De Gregorio, Francesco Vinaccia, Antonino Cacace, Benedetto De Gregorio, Giovanni De Gregorio e Giuseppe Russo.
La Lubrensis non ha avuto vita facile in nessuno dei gironi, però ad un torneo di questo livello è quasi impossibile trovare squadre facilmente attaccabili.
Adesso il roster bianco blu restamo in attesa dei campionati italiani. La società si sta muovendo insieme alla Figest per organizzare una gara in casa tra aprile e maggio.

Classifiche  cat. 340 kg (4 x 4) – 13 squadre partecipanti:
1. Horsman (OLA)
2. Lagerweij (OLA)
3. LUBRENSIS
4. Rounds Wobdine (ING)
5. Abadino (BASCHI)
Classifiche cat. 640 kg – 14 squadre partecipanti:
1. Abadino (BASCHI)
2. Lagerweij (OLA)
3. Round Wobdine (ING)
4. West Friesland (OLA)
5. Deinum Britsum (OLA)
6. LUBRENSIS

Classifiche cat. 600 kg – 10 squadre partecipanti:
1. Abadino (BASCHI)
2. Country Club (NIR)
3. Lagerweij (OLA)
4. West Friesland (OLA)
5 .LUBRENSIS

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!