Sant’Agnello: super Gargiulo con l’Atripalda, 1-2 che sa di salvezza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gargiulo eroe di giornata per il Sant’Agnello vincente con l’Atripalda.

Atripalda – Lo sperava il mister Guarracino, ci speravano i tifosi e i giocatori che hanno messo tutto quello che potevano in campo per ribaltare una partita iniziata male e portare a casa una vittoria che pesa come un macigno, forse anche di più. Il Sant’Agnello espugna il campo dell’Atripalda in una partita bagnata e con una doppietta di Gargiulo, man of the match nonostante la febbre che l’aveva colpito in settimana, e torna a casa sereno aspettando la sfida di domani tra Sianese e Calpazio.
La partita, giocata sotto una pioggia battente e un vento forte e fastidioso proprio come all’andata era capitato a campo invertito, ha premiato i biancazzurri dopo un primo tempo soporifero, acceso soltanto al 33′ dalla prima azione utile dei padroni di casa che trovano il gol con D’Acierno, servito da una gran giocata di Modesto che manda a vuoto la difesa santanellese trovata impreparata nell’occasione. Rete che gela la squadra di Guarracino e ridona speranza ai casalinghi in corsa per evitare la retrocessione.  Ci prova per gli ospiti Fiorentino ma il suo diagonale è facile preda del portiere Picariello. Si torna negli spogliatoi.
al ritorno in campo l’Atri potrebbe piazzare il colpo decisivo a spezzare la resistenza santanellese ma Barletta si mangia una buona occasione. Il Sant’Agnello decide allora di provarci e Gargiulo trova la rete del pareggio mandando sotto la traversa una palla vagante in area. Pareggio che gli ospiti legittimano con una traversa di Scippa che si stampa sulla traversa dopo pochi minuti dal gol del pari.
L’Atripalda va in confusione e Izzo paga dazio con il rosso per proteste. Intorno al 43′ l’Atri capitola: ancora una volta Gargiulo sigla di testa, saltando più in alto di tutti, il gol che potrebbe valere una salvezza importantissima. Prima del termine della gara, finita dopo sei minuti di recupero, viene espulso anche l’altro Izzo in campo per gli irpini, poi è solo festa Sant’Agnello.

Atripalda – Sant’Agnello 1-2
Marcatori: 33’ p.t. D’Acierno (A), 12’ e 43’ s.t. Gargiulo (SA).
Atripalda: Picariello, Tancredi, Di Napoli, Izzo F., Ancona, Coppola, Aresini, Izzo I., Modesto (33’ s.t. Colella), Barletta (23’ s.t. Aliano), D’Acierno. A disp.: Vitale, Venezia, Formato, Baratta, Trincone. All.: Carullo.
Sant’Agnello: Uliano, Gargiulo, Architravo (8’ s.t. Orsini), Inserra, Cappiello, Di Donna, Macarone, Serrapica, Fiorentino, Cioffi (50’ s.t. Longobardi), Scippa. A disp.: Soldatini, Sessa, Esposito, Vitiello, Palomba. All.:  Guarracino.
Arbitro: Roberto Varriale della sezione di Ercolano.
Ammoniti: Modesto, Coppola (A).
Espulsi: Izzo I. (A) al 27’ s.t. per proteste e Izzo F. (A) al 45’ s.t. per gioco scorretto.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!