Sorrento calcio: Tra 15 giorni sfida verità a Viareggio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sarà una settimana all’insegna del lavoro quella appena iniziata per i calciatori del Sorrento in vista della trasferta a Viareggio tra 15 giorni.
Si giocherà di sabato allo stadio Torquato Bresciani una sfida che per i costieri vale un bel pezzo di salvezza.
Se Papagni in conferenza stampa ha dato uguale importanza ad ogni partita sino alla fine della stagione, sarà uno scontro diretto.
I numeri parlano chiaro, al Sorrento serve una nuova impresa per rilanciare le proprie chance per mantenere la categoria.
Una Lega Pro che sta dimostrando come tutto possa essere possibile. Le due compagini distano 10 punti, ma hanno vissuto un andamento differente. Partenza lanciata per i toscani, rendimento ad altalena per i rossoneri che hanno anche cambiato guida tecnica passando da Bucaro a Papagni.
All’andata fu un 1-1 firmato Calamai e Corsetti nel quale i costieri iniziarono a giocare solo nel secondo tempo.
Resta ancora un’incognita il rendimento della Papagni’s band. Nell’arco di tre gare il Sorrento ha ottenuto 4 punti frutto di una vittoria, un pari e una sconfitta. Tre reti fatte e tre subite che evidenziano una media di un goal fatto e subito per gara da quando il tecnico pugliese è al timone dei rossoneri.
Sebbene sia trascorso un mese dall’insediamento post Bucaro, le poche gare mettono in evidenza un cambio tattico con il passaggio dal 4-3-3 al 3-4-3. Gli innesti di Kostadinovic e Fusar Bassini in rosa hanno permesso a Papagni di modificare l’undici a sua disposizione, blindando la corsia sinistra, ma lasciando qualche perplessità sull’utilizzo di Guitto sul fronte opposto soprattutto nel corso delle gare interne.
Alla ripresa degli allenamenti mancavano Alessio Esposito e Arcuri.
Il primo è stato convocato per l’ennesima volta con l’Italia Lega Pro di mister Valerio Bertotto che ha sfidato la nazionale olimpica dell’Oman, ieri, al Centro Tecnico Federale di Coverciano. Il giovane centrocampista partenopeo non è partito nell’undici iniziale, ma è entrato a partita in corso.
L’ex Avellino è stato sottoposto alle cure e agli accertamenti del caso dopo essersi bloccato nel match contro l’Andria dopo 15 minuti dal suo ingresso in campo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!