Nuoto: Ai Regionali cinque medaglie per lo Swimming Sorrento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

5 medaglie per lo Swimming Sorrento

Nuoto peninsulare in bella evidenza nella prima giornata dei campionati regionali giovanili invernali di nuoto svolti domenica 10 febbraio nella piscina comunale di Monteruscello in Pozzuoli.
I giovani atleti della ADS Swimming Sorrento di Marco Veno conquistano ben 5 medaglie e raggiungono le primissime posizioni nella classifica regionale per società nella categoria ragazzi femmine nonostante l’assenza forzata di Martina De Turris e la partecipazione, coraggiosa e di bandiera, della sorella Francesca, entrambe colpite da influenza.
La mattinata è di quelle propizie per rompere muri. Quello dei 28 secondi che nella finale dei 50 stile libero Sveva Schiazzano infrange chiudendo, vittoriosa, con un brillante 27.85 e quello dei 30’ che consente a Gaia Gargiulo un buon piazzamento. Ma è nella gara successiva, i 100 rana, che Gaia compie l’exploit sfondando il muro dei 2 minuti e giungendo terza in 1.19.87.
Nelle gare del pomeriggio Sveva conquista la seconda medaglia d’oro nei 200 misti ragazze con il tempo di 2’28.10 precedendo Giusy Lamberti di 8 decimi e Gaia (2’31.88) che ottiene un bronzo guadagnato in particolare nelle frazioni a rana ed a stile libero.
La soddisfazione per un podio … fortemente targato Swimming Sorrento, in una gara che esige preparazione tecnica e condizione psico-fisica di eccellenza, lascia però subito spazio alle emozioni della successiva esaltante gara dei 400 metri stile libero ragazze.
Sveva Schiazzano e Flavia Rea
si rincorrono da un po’ di tempo inanellando nelle lunghe distanze tempi interessanti anche in chiave nazionale. Stavolta è l’atleta beneventana a guidare la gara, tallonata da Sveva che nelle ultime due vasche aumenta il ritmo delle bracciate e riduce lo svantaggio finendo in 4’22.80 a soli 19 centesimi dalla prima. La delusione si trasforma ben presto in soddisfazione  quando si “metabolizza” il risultato acquisito: si tratta, per le atlete campane, dei migliori tempi nella graduatoria nazionale da ribadire, si spera, ai prossimi campionati italiani giovanili primaverili a Riccione, a fine marzo. Francesca De Turris conclude la sua gara dei 400 s.l. con un tempo onorevolissimo per le sue debilitate condizioni fisiche.
I 400 stile libero sono, però, anche la gara di Giuseppe Di Maio, anzi lo è diventata di recente come ha voluto Marco Veno, convinto, a suo dire, delle potenzialità sulla distanza; il neomaggiorenne atleta sorrentino che si era cimentato in mattinata nei 50 s.l. con un buon 25.35 affronta nel pomeriggio col piglio giusto e con la sua possente bracciata i 400 della vasca puteolana concludendo quarto in 4’14.14 ad un passo da un podio che è e sarà senza dubbio alla sua portata.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!