8° Giro della Costiera: Cesaro per distacco su Elettrico ed Ercolano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Roberto Cesaro primo sul traguardo di Sorrento

Una splendida giornata di sole ha baciato l’8° Giro della Costiera “Giuseppe di Grande”  con una presenza di atleti importante per qualità e numero.
Sul classico percorso che è trasferimento fino a Nocera Inferiore e diventa agonistico a Cava de’ Tirreni per poi esplodere letteralmente in costiera dopo Vietri.
Alla fine pronostico rispettato. I favoriti hanno fatto la gara come accade da ormai 3 anni. Ercolano è stato il primo degli atleti peninsulari ed anche il primo di quelli che non corrono per professione. Hanno un po’ deluso il vincitore dello scorso anno Pasquale Santoro che forse l’anno scorso pescò il jolly di una giornata piovosa e strada insidiosa ed un Valletta che troppo presto ha tirato i remi in barca.
Anche quest’anno, come nella scorsa edizione, la prima vera azione si è poi rivelata quella decisiva. Infatti, è stato l’ex prof( Team Miche e Meridiana), Roberto Cesaro della Macchina d’oro-Tufano a promuovere il primo attacco già prima di Capo d’Orso, da prima in compagnia, e poi già lungo la prima salita restando da solo in quella che è stato un assoluto monologo.
Gli inseguitori non si sono dannati l’anima per riprendere il fuggitivo. Tutti in attesa delle mosse di un altro favorito Tommaso Elettrico (Team Calcagni), che aveva in mente la sua l’idea di uscire fuori solo nel finale.
Ha tentato di far rientrare il secondo gruppo sul poursivat , un ottimo Gaspare Cappiello (Team Ciclismo Sorrentino), Cesaro, però, ha avuto modo di aumentare il vantaggio fino ai 2′ minuti.
A Positano hanno rotto gli indugi Elettrico e il costiero Domenico Ercolano.
I due hanno rosicchiato gran parte del vantaggio ad un ormai provato Cesaro senza però raggiungerlo, e si sono cosi piazzati rispettivamente secondo e terzo.
Sorpresa delle sorprese si è piazzato al 4° posto un grande Francesco Castellano ( Team Ciclismo Sorrentino) che ha regolato un gruppetto di giovani composto da Luciano, Solina, il peninsulare Coppola, vincitore della combinata sabato-domenica, e al decimo posto ha chiuso la top ten Raffaele Cinque.
Un grande plauso all’organizzazione per tutta la cornice di pubblico e del percorso scelto.
Cappiello dopo lo sforzo fatto in costiera amalfitana ha finito la corsa all’undicesimo posto secondo in A4. 25ma piazza per Mario Martirani al secondo posto nella categoria A6. entrambi atleti del Team Ciclismo Sorrentino.
32mo posto finale per Aniello Vitiello che è settimo in A2 seguito da Roberto Pepe 6° in A5 e 38° al traguardo di Sorrento atleti del Velosport Sorrentino.
107ma posizione per Gaetano Iaccarino del Team Ciclismo Sorrentino che ha chiuso sul podio della A8.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!