Sorrento-Andria: Il film della gara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Un palo e una espulsione per capitan Di Nunzio

Il film della gara tra Sorrento e Andria.

Si apre con il minuto di raccoglimento per l’ex allenatore del Benevento, Carmelo Imbriani, scomparso in settimana.

2’pt Guitto dai 20 metri palla che sibilia sul fondo.

Al 13mo percussione centrale dell’Andria con il coloured Sy. Conclusiione dal limite e Rossi si disimpegna in due tempi.

La partita è spezzettata. Nessuna delle due prende il sopravvento sulle altre, ma quando si accende Sy Rossi deve intervenire con i pugni dopo sei giri di lancette.

Minuto 28 Tortolano si libera al limite dell’area e conclude di collo esterno. Palla larga.

32mo su calcio piazzato Migliaccio fa da torre, Sy calcia a botta sicura, si immola Alessio Esposito e devia in corner

Partita che segue lo stesso canovaccio della prima frazione, nella ripresa,  ma con i costieri che si affidano alle sortite di Tortolano. Al sesto il giovane classe 90 proveniente dal Latina calcia dal limite. Il portiere pugliese Sansonna blocca in due tempi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sembra crederci di più il Sorrento che al 20mo con Di Nunzio va vicino al vantaggio. Il difensore si incunea in area e va in spaccata sulla punizione di Beati, ma il tiro tocca il palo e va termina fuori.

Dopo un solo giro di lancette grande azione di D’Errico che calcia col destro, ma centra il palo.

Azione manovrata sull’out di sinistra, Guitto si libera al tiro, ma il suo diagonale termina sul fondo. Siamo al minuto 24.

Tre giri di lancette e i rossoneri si addormentano. D’Errico sfrutta una punizione di furbizia, mette al centro forte, rossi devia e salva tutto.

42mo azione rapida in verticale Bernardo serve in verticale corsetti, controllo e diagonale che si spegna di un niente sul fondo con Sansonna immobile.

Nel primo dei minuti di recupero su azione d’angolo Di Nunzio e Bernardo non arrivano sul pallone giusto per sbloccare il match.

Quando alla fine del match mancano due minuti Di Nunzio viene espulso per doppia ammonizione.

48mo chance per l’Andria con Larosa che a due metri da Rossi di testa la spedisce oltre la traversa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!