Sorrento calcio, Tortolano:”Un goal all’Andria perché no”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Dopo essere rimasto a bocca asciutta contro il Prato ci crede Emiliano Tortolano (foto Penna)

Giunto in costiera da soli 15 giorni Emiliano Tortolano ha conquistato il cuore dei tifosi con le sue qualità. Dribbling, tiro e fantasia al servizio della squadra per cercare di raggiungere quel traguardo importantissimo che si chiama salvezza.
Dopo la prima rete all’esordio, in casa, contro i suoi ex compagni del Latina, il fantasista laziale non si è ripetuto in quel di Prato.
“E’ stata una gara diversa per tutti noi attaccanti – spiega Tortolano -. Più sacrificio e non fa nulla se non ho segnato. L’importante è aver vinto”.
Baratta bene i tre punti per una sua rete anche se mastica amaro per una chance ad inizio ripresa quando Ghinassi lo ha fermato al limite dell’area.
“Mi ha toccato, ma l’arbitro non lo avrà visto. Peccato mi rifarò” rilancia il numero 10 rossonero. “Dalla prossima contro l’Andria? Perché no. Vorrà dire che me lo sono conservato una settimana il secondo goal col Sorrento”.
Alla rete di Nocentini tutti hanno fatto una folle corsa per esultare con il compagno. Corsetti si è beccato anche un giallo per far festa con il difensore centrale. Segno evidente che il gruppo c’è.
“Mi aspettavo di trovare dei compagni motivatissimi per ottenere la salvezza – commenta Tortolano -. Sono tutti dei bravi ragazzi soprattutto i grandi che ci hanno accolto benissimo in gruppo”.
Il lavoro mentale del tecnico Papagni sta dando i suoi frutti, ma adesso è giunto il momento di badare al sodo e ritornare al successo contro i pugliesi.
“Dobbiamo vincere senza se e ma e riuscirci ad ogni costo. Poche chiacchiere”.
Obiettivo centrato e la testa proiettata alla delicata partita con i bianco blu.
“Sono una buona squadra, ma giocherà in trasferta – conclude Tortolano -. Saranno loro a doversi adeguare a noi. L’Italia è il nostro campo e dobbiamo sfruttarlo. Attenzione ai loro esterni che sono molto bravi”.
Nella consueta amichevole infrasettimanale con la Berretti manita della Prima squadra ai ragazzi di Cerminara.
Papagni non cambia modulo e imposta i suoi con il 4-2-3-1. Nel primo tempo  sono andati a segno il laterale Kostadinovic ed il fantasista Tortolano. Nella seconda frazione ha fatto vedere buone cose il neo acquisto Konan, autore di una doppietta, e Corsetti. Ai box Musetti autroe della seconda rete in quel di Prato.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!