Promozione basket M: La Fortitudo targata Cascella torna al successo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ha fatto bene il cambio in panchina alla Fortitudo? Sembrerebbe di si. Enrico Cascella (che lascia il parquet) per Michele Di Maio,  molti infortunati (solo persico lungo di ruolo) e con gli esordienti Amato ed il rientrante Celentano (dopo 3 anni di inattività).
Primo quarto di studio ed equilibrato con Persico ed Amendola su tutti. I bianco verdi dimostrano più determinazione e finiscono sotto di 1.
Secondo quarto inizia in modo molto brutto per i costieri che vanno subito sotto di 11, ma capitan Esposito diminuisce il gap consentendo un parziale rientro e chiudendo sotto solo di 7.
Terzo quarto nel quale si inizia subito forte. Nico Esposito piazza 2 bombe di fila, ma gli avversari rispondono colpo su colpo ed i falli iniziano a fare la differenza. Cascella mette fuori Persico e Nico Esposito a scopo precauzionale (rispettivamente per 3-4 falli) e trova Ardia in grande serata al rimbalzo. Volla non riesce a scappare, anzi,  Peppe Esposito tiene botta fino a quando Amendola fa il 4 fallo.
L’ultimo e decisivo parziale nel quale un grande Tito, segnerà ben 10 punti, ribalta tutto. La Fortitudo va sopra di 9 (49-58) a 150 secondi dalla fine. Il match non è chiuso perché si inzia a soffrire.
Ardia, Tito e Persico vanno tutto fuori per 5 falli e i bianco verdi non sfruttano le molteplici occasioni che si creano per chiuderla. I padroni di casa si fanno sotto. La differenza è di soli due possessi,ma la Fortitudo decide che non può perdere questa partita e grazie anche ai liberi sbagliati da Volla permettono a De Martino e Amendola di fare il 2 su 4 ai liberi che fanno esultare Cascella.(Promo) Basket Volla – Fortitudo Sorrento 57-60

(16-15 31-27 44-43)
Fortitudo Sorrento: Persico 8, Esposito N 6, Tito 10, Somma 4, Ardia 2, Esposito G 16, Amendola 13, De Martino 1, Amato, Celentano, Di Maio. All.: Cascella E.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!