Gimel: ritorno alla vittoria contro il Centro Ester

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – Finalmente, dopo un periodo difficile fatto di cinque partite senza vittoria ma conditi da un solo punto frutto di un importante 3-2 contro la Trincar Villaricca, la Gimel è tornata alla gioia della vittoria contro il Centro Ester Barra, sconfitto con un bel 3-1 che dà tanta fiducia all’ambiente e tre punti importantissimi per questo secondo anno consecutivo di C, soprattutto perchè arrivati contro una squadra quotata e messa meglio in classifica.
A commentare la partita è il capitano Marta Guadagnuolo soddisfatta della prestazione offerta davanti ai propri tifosi che hanno potuto di nuovo festeggiare : «Ieri partita insidiosa, contro una compagine giovane e talentuosa. A dimostrazione delle mie parole i parziali; dopo la vittoria combattuta del primo set, un secondo set che va a loro in maniera schiacciante e quasi imbarazzante. Gli altri due combattuti punto su punto, ma siamo riuscite a strappare la vittoria alle avversarie grazie ai fattori campo ed esperienza. Da sottolineare appunto l’ingresso in campo a fine terzo set di Stefania Aversa, storica ed esperta giocatrice di questa squadra». La Gimel ha infatti conquistato il primo set combattendo punto a punto contro le avversarie e spuntandola per 25-23. Brutto black out nel secondo parziale, perso malamente con il punteggio di 5-25 e da archiviare subito. Combattutissima e bellissima la sfida nel terzo e quarto set, entrambi finiti ai parziali dove la maggior esperienza delle gimelline è servita nei momenti più importanti. 27-25 e 26-24 i parziali. Continua Guadagnuolo: « Abbiamo saputo sfruttare il loro punto debole, la mancanza d’esperienza, per vincere. Sul piano del gioco c’è ancora decisamente da migliorare per poter sfruttare al meglio le capacità dei singoli. Per il momento sorridiamo per i 3 punti e continuiamo a lavorare sodo». Prossima sfida proibitiva, con la Orakom, seconda classificata dietro la Fiamma Torrese, in trasferta, ma l’entusiasmo per la vittoria ritrovata può giocare un ruolo fondamentale.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!