NPG Polisportiva: fine dell’incubo. Roma battuta 49-43

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La Polisportiva batte l’Athena Roma e torna alla vittoria (Ph. Tonino Esposito)

Sorrento – Serviva una decisa reazione dopo la scoppola di Castellammare nel derby della giornata passata, e una reazione è arrivata. Convincente nei primi due quarti, meno nel terzo, seguito da un ultimo tempo giocato con il cuore e con la voglia di ritrovare la vittoria. Non era la partita più facile dove fare risultato. L’Athena Roma all’andata aveva dato filo da torcere alle sorrentina fino all’ultimo secondo in una partita memorabile. E’ partita bene la squadra di Falbo che ha subito preso il largo lasciando ad una distanza rassicurante Busso e compagne. Bene in difesa Minadeo ed Errico pronte a rubar palla alle avversarie e a far ripartire l’azione finalizzata poi dalla Anastasio. A fine primo quarto 18-12.
Spettacolo nel secondo parziale dove le costiere hanno indovinato una gran serie di triple lasciando con un palmo di naso l’Athena incapace di mettere dentro punti. Coach Rosatelli ha cambiato tutto il quintetto per provare a inserire la marcia giusta  ma il vantaggio di casa è salito fino a +11 con il punteggio di 34-23 all’intervallo lungo.
Molto difficile per la NPG il terzo quarto, al solito. Roma è risalita pian piano, ha recuperato lo svantaggio mentre gli unici importantissimi punti casalinghi li ha firmati la Anastasio a 3 minuti dalla sirena. Brutto segno prima del gran finale: Roma al ritorno in campo per il quarto decisivo ha infatti trovato il primo vantaggio della gara rischiando di gettare nello sconforto Sorrento che è riuscita a non disunirsi e dopo qualche minuto di tira e molla ha piazzato la zampata decisiva, quella mancata con San Raffaele e Maddaloni, con due liberi della Anastasio. Alla sirena ha festeggiato con merito la NPG vittoriosa per 49-43, scacciando gli incubi e preparandosi per un finale di campionato che può ancora vederla tra le protagoniste assolute di questa serie A3.
 

NPG Polisportiva Sorrento – Athena Roma 49-43

Parziali: 18-12, 16-11, 2-10, 13-10
NPG Polisportiva Sorrento – Valisena, Isacchi, Ermito, Minadeo, Errico, Anastasio, Busiello, Cacace, Parlato, De Lizza. Coach: Falbo.
Athena Roma – Raveggi, Grimaldi, Hernandez, Tancredi, Fasciani, Busso, Ciaravella, De Bellis, Basso, Santucci. Coach: Rosatelli.Arbitri: Peluso/Marzullo (Avellino)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!