Sorrento – Latina 1-2, le pagelle: Tortolano illumina, Ciampi lascia al buio i rossoneri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Marco Ciampi (foto Penna)

ROSSI 6,5: Nel primo tempo resta inchiodato sulla linea di porta in occasione della prima marcatura di Agodirin, annullata, fortunatamente, per posizione di off-side del nigeriano. Si riscatta alla grande nel secondo tempo sul destro ravvicinato di Barraco, sul quale mette, provvidenziale, il guantone destro a dire di no. Sui gol è assolutamente incolpevole: Barraco e Agodirin gli spuntano davanti e lo bucano con estrema facilità.

BALZANO 5,5: Il continuo scambiarsi di posizione dei tre attaccanti di Pecchia lo manda un po’ in tilt. Nel complesso nessuna sbavatura eclatante, ma è palese che va in difficoltà, soprattutto quando dalla sua parte agisce Barraco (dal 45’ s.t. ESPOSITO A. s.v.: Dentro solo per raccimolare qualche soldino in più in ottica minutaggio).

CIAMPI 4,5: Tiene abbastanza bene su Agodirin, soprattutto quando si tratta di fare a sportellate. Ma ad ogni intervento, sia in anticipo che aereo, lascia tutti col fiato sospeso per quanto entri scomposto e spesso fuori tempo. Infatti prima apre la strada al tiro di Barraco parato da Rossi con un colpo di testa al limite del paranormale, poi completa la frittata con il disimpegno folle con cui regala il 2-1 ad Agodirin.

DI NUNZIO 6,5: Come al solito, finchè ne ha le possibilità, la baracca della difesa la tiene in piedi solo e solamente lui. Elegante come non mai negli interventi, corre solamente un pericolo quando, nel tentativo di calciare da distanza siderale, favorisce Agodirin con un rimpallo, ma corre subito ai ripari sventando la minaccia con un intervento da applausi.

BONOMI 6: Il compitino, poi nulla più. Si rinchiude nella propria metà campo e non osa mai, forse consapevole delle scarse qualità al cross, oltrepassare la linea mediana, quasi ci fosse del filo spinato ad impedirglielo.

SALVI 5,5: L’inizio è di quelli da film horror, con palle perse a ripetizione. Dopo va meglio, soprattutto quando capisce che è meglio impugnare la clava e rinfoderare il fioretto.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

GUITTO 5: Come il compagno di reparto Salvi, anche lui perde una quantità industriale di palloni, favorendo le ripartenze veloci del Latina. In fase di costruzione si sbatte, ma davanti ha un mostro sacro del mestiere come Cejas e non può far altro che inchinarvisi.

ESPOSITO R. 5: Lanciato a sorpresa dal primo minuto, delude le aspettative del pubblico e dell’allenatore, che addirittura lo preferisce a Corsetti. La voglia matta di spaccare il mondo lo tradisce, visto che, a parte qualche sprazzo, è assolutamente irritante. Quel gol fallito sulla sponda di Bernardo, con tutto lo specchio della porta libero, finisce di aggravare la situazione. (dal 9’ s.t. KOSTADINOVIC 5: Va bene che Cejas s’inventa un assist alla Pirlo, ma non può lasciarsi sfuggire in quel modo Barraco…).

BERNARDO 5,5: Lontano dalla porta serve a poco: nel ruolo di trequartista, infatti, non fa altro che rallentare il gioco. A volte prova il tocco di prima per Musetti, ma il mirino non è calibrato a dovere. Fa solo una cosa degna di nota, l’assist a Esposito sull’angolo di Guitto, ma il compagno vanifica quanto di buono creato.

TORTOLANO 6,5: La luce in casa Sorrento la accende solamente lui, con le sue sortite caparbie e tecnicamente valide. Quella con il Latina, sua ex squadra, è una sfida nella sfida, che vince ampiamente: il controllo di prima e il destro secco con cui piega le mani a Bindi sono pezzi d’alta scuola.

MUSETTI 5,5: Fa tanti movimenti, ma di frutti a casa ne porta ben pochi. Vero è, a sua parziale discolpa, che di palloni giocabili gliene arrivano davvero ben pochi. Sull’unico in cui potrebbe graffiare, l’arbitro lo ferma in sospetta posizione di off-side: sarebbe stato a tu per tu con l’estremo difensore nerazzurro (dal 25’ s.t. CORSETTI 5: A parte far beccare un ammonizione a Giallombardo, che lo atterra mentre era lanciato verso la porta, combina ben poco. La sua esclusione, comunque, è destinata a far discutere).

ALL. PAPAGNI 5: Non inganni il vantaggio fino a poco più di un quarto d’ora dalla fine, perché, almeno sul piano del gioco, il Sorrento, rispetto all’era Bucaro, compie almeno due passi indietro. Certo, di fronte c’era la capolista, ma due tiri in porta in tutta la partita per una squadra che ha bisogno disperato di punti per salvarsi sono davvero poca cosa. Lasciano perplesse, inoltre, alcune sue scelte, in primis quella di tenere in panchina Corsetti per l’acerbo Roberto Esposito. Per non parlare, poi, della decisione di passare a cinque dietro con l’ingresso di Kostadinovic: così non s’è fatto altro che offrire il fianco al Latina.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!