Negri:”Sant’Agnello tutto secondo copione”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

E’ contento del rendimento della sua squadra il presidente Negri

Una promessa mantenuta per il presidente Alberto Negri. Il suo Sant’Agnello dopo il miracolo salvezza dello scorso anno ha chiesto ed ottenuto il ripescaggio in Eccellenza.
Dopo 15 giornate si è in zona play-out con una dei roster più giovani di tutta la categoria. 20 reti fatte e 14 punti ottenuti contro tutto e tutti.
“Credevamo in questi ragazzi e ci auguravamo di poter ottenere quanto alla fine fatto – spiega il massimo dirigente bianco azzurro -. Tutto secondo i piani”.
Gli esperti del settore avevano preventivato una netta frattura del girone B di Eccellenza con 4-5 squadre a lottare per il vertice e le altre a darsi battaglia per evitare la retrocessione.
“Considerando l’esperienza del nostro mister avevamo preventivato di far parte della seconda parte della classifica – commenta  Negri -. Che si sarebbe spezzata la graduatoria era semplice da dire anche in estate, adesso con qualche miglioria dobbiamo puntare a salvarci quanto prima”.
La gioventù è da sempre un’arma a doppio taglio, ma il gruppo creato dal presidente del Sant’Agnello si è dimostrato tanto sfacciato quanto inesperto.
“Se i miei ragazzi riescono a mettere in campo il loro agonismo e le loro qualità non c’è esperienza che tenga – rilancia Negri -. Cicciano, Libertas Stabia e Città di Agropoli sono alla nostra portata”.
Il calendario non è stato di certo benevolo per il sodalizio di viale dei Pini. Alla fine del girone ci sarà un trittico terribile Torrecuso, Vico e Trentinara.
“Dobbiamo fare punti quanto prima possibile per cercare di toglierci anche dalle sabbie mobili dei play-out – analizza il factotum santanellese -. Alla fine non è stato benevolo il sorteggio, ma ci tenteremo fino alla fine”.
Un roster che si è rinnovato con il mercato e che al proprio interno potrebbe annoverare anche l’attaccante Luca Lauro.
“Al 90% sarà un nostro giocatore. I cambi di mercato? Non rinnego le scelte fatte in estate, ma alla lunga abbiamo preferito puntare sul prodotto che abbiamo in casa come Fiorentino e MAcarone che stanno dando sempre più risposte concrete”.
14 punti, undicesima piazza in classifica e la seria opportunità di togliersi dalle paludi dei play-out.
“I voti ai miei ragazzi è un bel 8 – conclude Negri -. I due punti che mancano per il 10 sono in relazione alla giovane età e all’esperienza che stanno maturando”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!