Ia DivisioneM: Folgore sono tre

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La strada imboccata in Prima divisione dalla Folgore Massa è quella giusta. In due gare altrettanti successi che permettono di continuare il percorso di crescita con maggiore tranquillità.
Subito in palla, nonostante il freddo e l’orario mattutino. Molto efficaci in cambio palla, puliti in difesa e per nulla spreconi in fase di contrattacco. Dall’altra parte tanti errori e tanti problemi in ricezione che hanno facilitato un po’ i costieri. Nel finale qualche tremolio ma i bianco verdi la spuntano senza soffrire.
Partenza sprint. Subito 10-0 Folgore con 9 punti su 10 del capitano Iaccarino (autentico mvp con 23 punti totali in giornata). Set pressoché perfetto, zero sbavature, zero errori, molta precisione e soprattutto tanta voglia di vincere.
Cala improvvisamente l’attenzione e la determinazione. La vittoria troppo facile del set precedente resta ancora nella mente di Iaccarino e compagni che peccano in cambio palla, battono in modo meno insidioso e rendono la vita davvero facile agli avversari.
Non c’è stata molto storia. Subito avanti, precisi in cambio palla e spietati in contrattacco. La Folgore si risveglia dal torpore e schianta le velleità degli avversari. A muro si tocca tanto e in difesa aumenta l’attenzione. I Black Lions alla lunga calano, non trovano sbocchi in attacco e cedono 17-25 set e partita.
Giacobelli non può che essere soddisfatto riuscire a vincere le ultime 3 non era cosa facile, mai i bianco verdi si sono rialzati alla grande.
“Sono tre punti importanti perché ci mettono in condizione di guardare con più serenità la classifica –commenta il tecnico massese -. La sosta natalizia ci servirà a ricaricare le batterie per la seconda parte della stagione per provare a raggiungere al più presto la salvezza. Ora godiamoci questo Natale…e poi ripartiremo!”

Prima Divisione Maschile
7^ giornata
Black Lions – Folgore Massa 1-3
(21-25, 12-25, 25-21, 17-25)
Folgore Massa: Terminiello, Di Leva, Basso, Iaccarino (K), Vinaccia, Giglio, Fiorentino, Ruocco, Mastellone, Gargiulo, Miccio (L). All.: Giacobelli – Russo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!