Sorrento, parla il vice presidente Mastellone: “Chi non merita vada via”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Anche il vice presidente Mastellone (foto Pollio) sbotta: “Chi non merita deve andare via”

Seppur influenzato il vice presidente Mastellone ha avuto un filo diretto con D’Angelo e Avallone presenti al San Francesco. Un Sorrento che alla fine del primo tempo su due errori aveva subito le due reti dei padroni di casa. Nella ripresa la follia e una gara che sfugge via di mano e una sconfitta senza attenuanti che fa andare su tutte le furie il dirigente costiero che affida ad un comunicato il suo stato d’animo.

Oggi non ho potuto assistere alla partita contro la Nocerina in quanto leggermente influenzato. Dopo aver parlato telefonicamente con D’Angelo e Avallone, tutti profondamente amareggiati per la prestazione molto scadente e per l’atteggiamento dei calciatori in campo, desidero tutta la mia rabbia.
Ora basta!
A buona parte dei calciatori, apertamente, dico che per guadagnare i soldi che sono stabiliti dal contratto dovete saper onorare la maglia, la società, i tifosi e la città. Quasi tutti i cosiddetti Over dovrebbero solo vergognarsi della prestazione fatta oggi a Nocera. Non faccio i nomi ma li conosciamo ben tutti.
Il Sorrento e’ una società che merita atleti con un atteggiamento positivo. Vi abbiamo difeso, trattati da signori ma in cambio cosa ci avete dato? Solo delusioni. Ora, se siete uomini (veri), potete fare  solo due cose: sputare sangue in campo e fare un gran girone di ritorno o rescindere e lasciare la ns. bella Sorrento perché villeggianti vestiti da atleti non ne voglio più vedere, né in campo né per le strade o locali sorrentini.
Noi meritiamo rispetto, i tifosi meritano rispetto e la città merita rispetto. Sono deluso ed arrabbiato. Come sempre, mettendoci la faccia, lo dico apertamente. Sono però anche fiducioso che con i tre nuovi innesti, portiere e attaccanti, da gennaio potremmo ancora dire la nostra. Però sia chiaro che, per quanto mi riguarda, combatterò affinché chi non merita la maglia vada via.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!