Il doppio ex Simonelli non si esprime su Nocerina – Sorrento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“Che rammarico quel play-off con il Verona senza Paulinho” si lascia andare all’amarcord Gianni Simonelli, doppio ex della sfida Nocerina – Sorrento (foto Romano)

“Mens sana in corpore sano” la locuzione latina di Giovenale non può che essere l’incipit di questa intervista se dall’altro capo del telefono c’è mister Gianni Simonelli, uno che di filosofia e letteratura, oltre che di sport naturalmente, se ne intende, impegnato nella sua oretta di corsa giornaliera che risponde alle nostre domande senza perdere il ritmo e senza il minimo cenno di affanno.
Simbolo della Nocerina che fu, quella degli anni d’oro a cavallo tra l’era Albani e quella Gambardella, che guidata in panchina dal Professore di Saviano, nella stagione 97/98, al Del Conero di Ancona, dopo un campionato giocato al di la delle più rosee aspettative, fu costretta arrendersi alla Ternana dell’ex Del Neri, ultimo ostacolo tra la squadra rossonera e la cadetteria, sfiorando poi il bis nella stagione successiva, quando richiamato in corso d’opera, condusse i molossi ad un passo dall’ultimo posto utile per accedere ai Play Off. Fatale fu l’inopinata sconfitta di Castel di Sangro e quella maledetta classifica avulsa che regalò al Savoia, poi promosso in B, quei Play Off. Ex di tante squadre campane, Simonelli, ha allenato anche il Sorrento, prossimo avversario di capitan Bruno e soci, portandolo alla vittoria di una Coppa Italia di Lega Pro e poi a sfiorare la promozione in serie cadetta. Chi meglio di lui allora può raccontarci il derby in programma sabato pomeriggio al San Francesco.

Mister, di fronte due squadre che hanno rappresentato tanto per la sua carriera. Che ricordi ha di queste esperienze?
“Di Nocera ho ricordi bellissimi, è stata una tappa importante per la mia carriera. Provo emozioni forti, in questo momento, nel ricordare quei bellissimi anni. Se dovessi concentrarle in un’unica partita dico Gualdo. Gara bellissima e combattuta fino all’ultimo secondo. Del Sorrento ho ricordi più recenti. Abbiamo sfiorato la promozione in B, ci siamo salvati sul campo e abbiamo vinto una Coppa Italia. Conservo ricordi bellissimi anche dei tifosi, passionali quelli della Nocerina, sicuramente più tranquilli, rispetto ad altre piazze in cui ho allenato, ma sempre vicini alla propria squadra quelli del Sorrento”.

Ha qualche rimpianto?
“Non ho alcun rimpianto per quanto riguarda la finale persa contro la Ternana, anche perché quella squadra si espresse al massimo delle sue possibilità e forse anche oltre. Purtroppo incontrammo sul nostro cammino una squadra forte in tutti i reparti, ben costruita e allestita con grande capacità. Una squadra che ottenne la promozione in B e mantenne la stessa ossatura anche l’anno successivo, facendo bene anche in cadetteria. Per quanto riguarda il Sorrento ho sicuramente qualche rimpianto, perché si sarebbe potuto fare qualcosa di più. Mi riferisco soprattutto ai Play Off persi col Verona, chissà come sarebbe andata senza l’infortunio che ci privò di Paulinho nel suo momento migliore”

Nocerina e Sorrento oggi …
“Sono due squadre diverse. La Nocerina è stata costruita per vincere, o quantomeno per occupare posizioni di alta classifica, il Sorrento è allestito per salvarsi, sicuramente con qualche difficoltà. E’ un confronto, sulla carta, impari e nettamente a favore della Nocerina, ma nel calcio non si deve dare mai nulla per scontato. La Nocerina che ha nel reparto offensivo il suo punto di maggiore forza ed è guidata in panchina da un ottimo tecnico qual è Gaetano Auteri. Il Sorrento ha faticato tanto in questo inizio di stagione, ma anche Bucaro è uno che sa il fatto suo e credo che sabato per la Nocerina sarà tutt’altro che facile riuscire ad avere ragione dei costieri”

Il suo pronostico: come finirà Nocerina – Sorrento?
“Non ho visto nessuna delle due squadre all’opera, quindi credo non sia giusto esprimere giudizi di nessun tipo in merito anche per l’affetto che mi lega ad entrambe”.

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!