Mastellone:”Il Sorrento condanna gli atti di violenza”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La notizia era trapelata dalle colonne del Corriere dello Sport, il rincorrersi di voci ha fatto il resto. Dopo l’episodio, verificatosi al termine di Sorrento – Frosinone, di un focoso alterco tra alcuni tifosi e qualche giocatore costiero la società prende posizione.
Il sodalizio di via Corso Italia si affida ad un comunicato stampa:

Il Sorrento calcio, a tutela della propria immagine e di quella dei propri tesserati, condanna l’isolato atto di violenza subito, all’esterno dello stadio “Italia”, da un proprio calciatore al termine della gara Sorrento-Frosinone.

I tifosi sorrentini, da sempre, sono noti per il loro elevato senso di civiltà e per la loro ospitalità. Un atto isolato va preso per quello che può rappresentare anche se, ripetiamo, va fortemente condannato. Le tensioni derivanti da un mancato risultato sportivo non possono assolutamente sfociare né in insulti né in episodi che rasentano il teppismo. Il Sorrento calcio, e la città di Sorrento, restano e resteranno ambienti dove i problemi si possono risolvere semplicemente, e forse più concretamente, con il colloquio e la discussione: la violenza va assolutamente condannata con fermezza. Il nervosismo derivante dai mancati risultati sportivi di quest’anno calcistico vanno superati anche con un maggiore apporto, e supporto, da parte di tutti, cioè della società, dei tifosi e della città. La società è impegnata a fare il possibile per rafforzare la squadra, come del resto ha già dimostrato di aver fatto nel corso dell’ultimo mese con l’ingresso di due nuovi importanti calciatori e come farà prossimamente. I calciatori sono impegnati, e lo faranno, a dare sempre il massimo, o a dare di più, in campo e fuori. I Tifosi dovranno essere più vicini, ed in numero maggiore, perché solo con il loro supporto sportivo e pacifico si potranno superare i momenti negativi che comunque fanno parte del mondo dello sport. La città poi dovrebbe maggiormente sentirsi coinvolta, ma questo è un discorso purtroppo vecchio nel tempo; ci auguriamo che con il 2013 la situazione possa cambiare in quanto i colori “Rosso Neri” la rappresentano.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!