Bucaro:”Sorrento ci vuole rabbia agonismo e cattiveria per vincere”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Chiede ai suoi grande determinazione mister Bucaro (foto Pollio)

“Il Frosinone è una delle migliori squadre del girone che gioca e lascia giocare”. La mente è già pronta per la sfida contro i ciociari di Stellone per Bucaro che rispetta il suo avversario e vorrebbe che i suoi ragazzi gli regalassero la vittoria.
“L’obiettivo è e restano i tre punti”. Senza se e ma il trainer costiero alza l’asticella della difficoltà nel momento che fa volgere il campionato al giro di boa.
“Siamo ultimi guai a giocare senza rabbia, agonismo e cattiveria sportiva – commenta l’ex tecnico del  Manfredonia –. Non sarà l’ultima spiaggia, ma si deve dare tutto e oltre per rialzarsi”.
I giallo blu non hanno cambiato tanto, ma solo integrato la rosa della passata stagione con alcuni giovani provenienti dalla Berretti, campione nazionale. Un mix che alla fine si sta rivelando vincente.
“Il nuovo allenatore ha dato qualche cosa di più – spiega Bucaro -. La rosa è composta da elementi importanti che nello scorso campionato non avevano fatto bene, ma che alla fine hanno dei lavori importanti”.
L’avversario è di quello da prendere con le pinze. Migliore difesa esterna del campionato, attacco prolifico e gioco.
“Sono pericolosi in avanti, ma equilibrati in difesa – analizza il mister rossonero -. Se c’è qualche cosa che mi ha sorpreso? Certo il livello del gioco sempre molto alto”.
All’Italia di compagini che hanno affrontato il Sorrento a viso aperto se ne sono viste poche. Se i frusinati interpreteranno la partita come al solito Arcuri e compagni potrebbero avere spazi in cui inserirsi.
“E’ vero, ma anche loro saranno pericolosi – sottolinea Bucaro -. Aurelio, Ganci e Santoruvo si integrano alla perfezione”.
Una soluzione per l’asfittico attacco dei costieri potrebbero essere le palle inattive.
“Si può fare e subire. Occorre la massima attenzione in tutte le situazioni – conclude il tecnico peninsulare -. Il campo rende ogni attimo, ogni palla un pericolo”.
Sul fronte squadra tutto ancora un rebus. Alessio Esposito e Bernardo sono affaticati e in avanti c’è il solo Schenetti disponibile. La soluzione Guitto sembra la strada più percorribile. Terminiello e Ciampi si giocano un posto nella linea a tre per sostituire Di Nunzio.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!