Sant’Agnello, Guarracino:”Non abbiamo nulla da perdere”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ci proverà come sempre il Sant’Agnello di Guarracino

“Abbiamo chiuso per Giovanni Serrapica”. Prova a dare la scossa così al suo Sant’Agnello mister Guarracino.
Classe’81 il centrocampista proviene dalla Cavese con la quale ha iniziato la stagione. Il primo innesto per i bianco azzurri che hanno perso Caracciolo, Marotta e perderanno anche Montoro.
“Il mercato è sempre destabilizzante, ma le regole ci sono e vanno rispettate – spiega il tecnico santanellese -. Si sapeva che sarebbe stata dura mantenere l’ossatura di inizio stagione”.
Una squadra zemaniana per quanto segna e per quanto subisce. Un team che si è calato alla grande nella parte di squadra all’avanguardia.
“Si vince o si perde cambia poco – commenta Guarracino -. A differenza delle altre noi ci proviamo sempre e ci proveremo anche con il Vico. Se temiamo i nostri avversari? Sono molto forti e sono dati di classifica. Noi non abbiamo nulla da perdere”.
Un roster composto in prevalenza da giovani. In ogni reparto si punta sulla linea verde.
“Vogliamo far crescere quello che creiamo col settore giovanile – conclude il trainer santanellese -. La prima squadra deve essere lo sbocco del lavoro fatto negli anni”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!