Massa, parla capitan Cacace: “Gara tosta vince chi segna per primo”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Parola di capitano: “Faccio ciò che mi chiede il mister. Campo pesante? Non importa”. Rilancia Marcello Cacace

“E’ bello sentirsi parte di qualcosa di importante per la città”. Marcello Cacace, capitano del Massa Lubrense parla così prima della sfida intrigante contro la terza forza del campionato il Città di Angri.
Quest’anno a Massa è successo l’incredibile. Tifosi appassionatissimi alla squadra, roster rinnovato e tecnico nuovo, come parte della dirigenza hanno impresso una svolta inattesa.
“Una cosa che non mi era mai capitata prima – spiega il talentuoso trequartista costiero -. Ti fermano per strada tutti e ti ringraziano di quanto fatto. I tifosi si divertono e sono con noi”.
I nero azzurri sono riusciti in una piccola grande impresa: 3 vittorie in 3 gare in Eccellenza. Alla seconda partecipazione alla massima rassegna calcistica regionale gli uomini del presidente D’Amato viaggiano al quinto posto. Un record? Forse, ma tutti parlano di salvezza.
“E’ stato un record. Positivo esserci riusciti in un periodo in cui alcuni compagni sono ai box per gli infortuni”, sottolinea Cacace, ma alla fine nell’ultima contro il Calpazio è andato ko anche Aiello.
“Pasquale era tra gli attaccanti più in forma che si è sempre fatto trovare pronto, speriamo di riaverlo presto con noi”.
Un roster composto da 25 elementi si è quasi ridotto all’osso. Anche la grana under per la compagine nero azzurra alle prese con scelte obbligate.
“Siamo stati in grado di sopperire alle difficoltà come under chiunque giochi dà sempre il massimo – evidenzia il capitano -. Siniscalchi con il Calpazio è stato perfetto, poi c’è Stinga tra i pali che sta sostituendo egregiamente Fiorentino”.
Si torna al Novi di Angri contro la più forte delle due compagini doriane.
“Partita tosta che alla fine premierà chi passerà per primo in vantaggio – commenta Cacace -. Il nostro compito? È restare umili senza pensare a quanto fatto. L’obiettivo è sempre la salvezza”.
La ricetta per il colpo di Natale è presto detta: “Corti e compatti, pronti a ripartire per metterli in difficoltà”.
Palla a terra Di Leva e Cacace dimostrano di saperci fare, ma il manto erboso dei grigio rossi riserva sempre qualche insidia.
“Terreno pesante? Vado oltre. Mi impegno a fare quello che mi chiede il mister poi si vedrà”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!