Ermito gioca in casa: “Grande emozione, siamo ben attrezzate”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ermito ritorna nella sua Brindisi per la sfida alla capolista

Sorrento – La sfida contro la Futura Brindisi avrà un sapore particolare per il pivot Giorgia Ermito che giocherà contro la società dove ha mosso i primi passi nel basket e soprattutto nella sua città. «Quando ho saputo che nel nostro girone ci sarebbe stata Brindisi mi è venuta l’ansia – ammette -, gioco contro la società dove sono cresciuta e per me è una grande emozione e c’è anche un po’ d’agitazione. Voglio fare bene per la mia squadra e con l’aiuto del gruppo possiamo riuscirci».
La vittoria contro Santa Marinella all’extra time ha riportato al secondo posto la NPG Polisportiva e quello contro la corazzata pugliese, seppur lontana quattro punti, sarà un vero e proprio scontro diretto: «Siamo ben attrezzate e non siamo da meno di Brindisi – continua l’atleta pugliese -, possiamo vincerle e perderle tutte, è un campionato molto strano, ma credo che abbiamo il potenziale per puntare ai primi posti».
Il ricordo della emozionante gara casalinga contro le laziali, che all’ultimo quarto sembrava vinta prima che tutto cambiasse in pochissimi secondi, caricherà maggiormente le atlete di coach Falbo che dovranno smorzare il tentativo di fuga della capolista: «Siamo rimaste un po’ basite quando santa Marinella ha centrato le due triple dalla linea gialla – racconta Ermito -, abbiamo pensato che quella era la partita della vita della loro giocatrice perchè è impossibile metterne due di seguito da quella distanza, poi il gruppo dopo il momento difficile è uscito fuori e l’allenatore ci ha dato la giusta motivazione per vincere».
Mancano due gare, contro Brindisi e Potenza, al termine del girone d’andata, poi si tireranno le somme e ci si dovrà preparare ad un girone di ritorno duro quanto e più del precedente: «Dobbiamo lavorare come abbiamo fatto finora, e puntare sul gruppo che è la nostra forza per raggiungere i risultati – conclude la numero 6 sorrentina -. Vogliamo vincere queste due partite e poi giocarcela, anche se bisogna lavorare tanto in difesa».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!