Di Leva:”Massa avanti così”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Si sente pronto a diventare protagonista Antonino Di Leva

Si è ripreso il Massa con una grande prestazione Anotnino Di Leva che entrato dalla panchina ha servito due assist e sfiorato il goal.
“E’ vero – spiega il trequartista -. Sono contento della prestazione e dell’apporto che ho dato in campo”.
Ormai non è più una sorpresa il Massa Lubrense che con maggiore continutià si è issato alle spalle delle corazzate che puntano al campionato.
“Noi non abbiamo nulla da perdere. Prima conquistiamo la salvezza e poi crediamo a qualche cosa in più – commenta Di Leva -. Dobbiamo continuare su questa strada”.
E’ tempo di mercato tutte stanno muovendo qualche pedina. Da dicembre inizia come sempre un nuovo campionato con i valori modificati. I nero azzurri hanno bloccato tutto e proveranno a mantenere la categoria con il roster che ha iniziato la stagione.
“Stiamo bene così – rilancia l’esterno costiero -. Il mister fa giocare tutti. Utili, ma non indispensabili restare così è un bene per il gruppo”.

“Contro l’Angri senza pressioni” spiega il trequartista costiero

E’ arrivato con la fanfara, poi è calato, andato in panchina sempre in silenzio.
“Sono sempre stato a disposizione del tecnico – sottolinea Di Leva -. Quando sono stato fuori ho meritato di non giocare perché ero fermo da tanto e facevo fatica. Adesso mi sono ripreso e sto meglio”.
Classe ’91, un titolo nazionale con la Samp Primavera vinto. Poi di squadra in squadra sino al Massa Lubrense. Trequartista, esterno, alla fine contro il Calpazio alle spalle del pacchetto offensivo a fare da collante tra centrocampo e attacco è stato devastante.
“È stata una mossa del mister – evidenzia il giovane nero azzurro-. Alla fine l’arma vincente. Loro si difendevano dietro la linea della palla e gli spazi erano davvero pochi. Così abbiamo dato campo ai miei compagni”.
Mancano due gare alla fine e domenica al Novi i costieri faranno visita alla corazzata Città di Angri. Al di là dell’avversario ci saranno le insidie del campo non sempre all’altezza della situazione soprattutto quando piove.
“Spero ci sia il sole altrimenti io vado in difficoltà – conclude Di Leva -. Noi non abbiamo nulla da perdere, loro tutto. I doriani hanno l’obbligo di vittoria e questo a volte può giocare un brutto tiro”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!