Derby U17M: le dichiarazioni dei tecnici

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Le dichiarazioni dei tecnici Giacobelli e Scognamiglio dopo il derby U17M

Massalubrense – Dopo la sfida tra Folgore Massa e Apd Carotenuta terminata 1-3 a favore dei santanellesi i tecnici delle due squadre hanno commentato la gara. Giuseppe Scognamiglio, vice allenatore della squadra uscita vincente dal derby non è pienamente soddisfatto della prestazione dei ragazzi dell’Apd: «Non abbiamo iniziato benissimo il campionato, abbiamo un po’ gigioneggiato e per questo abbiamo perso un set contro un avversario onesto, che ha giocato bene, motivato per la partita importante. Siamo stati troppo leggeri e spensierati, con qualche errore di troppo in battuta e ricezione. La squadra è quella che l’anno scorso ha ceduto solo alle più forti squadre d’Italia alle finali nazionali under 16, per cui le ambizioni sono grandi in questa under 17: «Forse i ragazzi hanno subito il contraccolpo delle sconfitte in serie C e sono entrati in campo più rilassati ma questo atteggiamento potrebbe nuocere nelle prossime partite. Bisogna ragionare diversamente rispetto alle ambizioni».
Giacobelli, sponda Folgore, può ritenersi contento della prestazione dei suoi e commenta positivamente la quarta sfida del campionato massese: «In termini di gioco espresso questa è la nostra miglior gara fino ad oggi. L’avversario, come ben sappiamo, ha delle qualità importanti ma il nostro difetto è stata la paura di vincere. A mio avviso avevamo le carte in regola per strappare almeno un punto. Mi dispiace solo che nel quarto set non abbiamo dato continuità alla vittoria del parziale precedente, forse ci siamo un pò accontentati. In ogni caso, rispetto allo scorso anno in cui subivamo sconfitte nette col Sant’Agnello è già un bel passo in avanti».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!