I° torneo Fisct “Città di Sorrento”: I risultati

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Si ritornava in costiera dopo 20 anni e il Subbuteo ha ancora una vola scaldato dita e mani di partecipanti e semplici appassionati.
Due giorni di gare ricche di goal, pathos amicizia e risate tutto al insegna del calcio a punta di dito.
45 partecipanti ai tornei individuali e 7 a quelli a squadre. Questi i numeri del I° Open Fisct svoltosi nella città di Sorrento l’1 e il 2 dicembre 2012. Presso l’Ulisse Deluxe Hostel, grazie al patrocinio del comune di Sorrento e al organizzazione della ASD Real Celeste Stabiae.

Sabato è stata la volta dei 7 team che avevano presentato l’iscrizione alla kermesse.
Il torneo a squadre di sabato ha visto l’affermazione dei Black Rose ’98 di Roma in finale per 2-1 sugli Eagles Napoli: i punti della vittoria sono stati messi a segno da Strazza e Guidi contro l’unico messo a segno da Massimo Bolognino. Nel consolazione affermazione di Foggia su Anacapri per 2-0 con i punti vittoria di Savasto e Curato.La Real Celeste Stabiae si comporta bene nel tabellone principale cedendo in semifinale agli Eagles Napoli solo per differenza reti, 6-5 ndr, dopo aver terminato per 1-1 l’incontro regolamentare (Varriale e Bolognino i punti messi a segno dalle rispettive squadre).

Neppure 24 ore trascorse dall’ultima finale che tutti sono ritornati in campo per  le sfide di singolo.
In scena le categorie individuali Open, Veteran e Under 15, e gli atleti dei Napoli Fighters la fanno da padroni, vincendo tutte le categorie messe in palio. Infatti, nella categoria più importante, quella Open, affermazione un pò a sorpresa di Matteo Ciccarelli che batte il più quotato Fernando Gasparini per 3-1 in finale. Nei Veteran, Livio Cerullo batte Michele Farace, di Anacapri, per 3-2, in una finale spettacolare e molto combattuta. Negli Under 15, Max Fryar batte in finale per 4-1 la giovane promessa salernitana Fabio Polcari per 4-1, vendicando la sconfitta subita per 2-1 nel girone.
Nei tornei di consolazione, invece, sono gli atleti degli Eagles Napoli a farla da padrone: nell’Open, Marco Di Vito, degli Eagles Napoli,

La prima classificata nel torneo di consolazione a squadre

batte in finale per 8-1 il foggiano Mauro Sollazzo, mentre nel Consolazione Veteran Massimo Cotugno batte per 4-1 in finale il compagno di club Massimo Novi.
Nel complesso buona la prestazione degli atleti della Real Celeste nel torneo Open, unica categoria in cui erano presenti. Esce ai barrage Vincenzo Varriale contro il tabù Massimo Ciano, cedendo 1-0 ai piazzati, dopo aver terminato per 0-0 i tempi regolamentari e supplementari. Ai quarti escono di scena Giosuè Esposito che cede per 1-0 contro Fernando Gasparini, in una gara molto tesa e Michele Sirica, che perde ai piazzati per 4-3 contro Gabriele Silveri, della Lazio TFC, dopo avere terminato sull’1-1 i tempi regolamentari e supplementari. Nei gironi, eliminati invece Massimo Esposito, Eduardo Erminione, Domenico Vinaccia, Mauro D’Arco e Mario Banditelli.

Nel torneo sperimentale per i diversamente abili, infine, affermazione del presidente della Real Celeste Stabiae, Mario Banditelli, che batte 3-0 Maurizio Vezzo degli Eagles Napoli.

Alla fine del torneo numerosi apprezzamenti sono arrivati dai partecipanti per la disputa del torneo in una città accogliente e carina come Sorrento. Molto apprezzata è stata le scelta della sede di gioco, infatti si è giocati in un salone confortevole, arioso, luminoso e accogliente. Le bellezze paesaggistiche della città e della costiera sorrentina la hanno fatta poi da padrona, facendo rimanere a bocca aperta tutti i partecipanti inducendoli a ritornare anche il prossimo anno in vista del prossimo torneo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!