Gimel battuta a Scafati

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gimel sconfitta a testa alta a Scafati

Scafati – La Tecnocompositi Scafati, che insegue a 19 punti la capolista Orakom, ha battuto a domicilio la Gimel S. Agata nell’ottava giornata del campionato di Serie C. Troppo alto il divario tra le due compagini che non ha nascosto però i valori della suadra di mister Aversa che si è ben comportata in campo pur uscendo sconfitta. Dopo qualche discussione iniziale orchestrata dalle casalinghe, che hanno puntato il dito contro un riscaldamento a loro dire troppo lungo da parte delle santagatesi, in campo sembrava non esserci storia con le scafatesi pronte a scappare prima sull’8-3 e poi addirittura sul mortifero 19-6. A quel punto la Gimel ha ripreso conoscenza ed è risalita, grazie ad un buon gioco a muro, fino al 19-10 con un parziale di 0-4. Non è bastato però, ed il set si è concluso sul 25-17.
Biancoclu più combattive nel secondo set ed infatti la partita si gioca sul filo dell’equilibrio: bene in attacco Aversa e Mastellone che hanno piazzato un paio di colpi da applausi, ma l’esperienza delle padrone di casa è venuta fuori nel finale fino al 25-19 che ha decretato il 2-0 per la Tecnocompositi.
L’orgoglio Gimel cresce ancora e nel terzo parziale la partita è più combattuta che mai: al primo tempo tecnico le santagatesi sono avanti 6-8 e continuano a tener testa grazie a Guadagnuolo e Marciano e ai salvataggi del libero Esposito fino al 18-18. Si lotta punto su punto fino al 24-23 quando un attacco avversario fulmineo mette la parola fine alla gara. la buona prestazione carica le ragazze per la prossima sfida casalinga; dopo la sosta della prossima settimana le gimelline saranno impegnate alla Pulcarelli contro la Volley Cava.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!