NPG: seconda sconfitta consecutiva a Bari

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Bari – Seconda sconfitta consecutiva per la Polisportiva Sorrento battuta dalla Pink Time Bari in terra pugliese. Non è riuscita ad invertire infatti la rotta la squadra di coach Falbo che ha cominciato bene per poi perdersi nel corso della gara. Non è bastato infatti alle costiere una grande prima parte di match: nei primi due quarti infatti la NPG ha accumulato un buon vantaggio. Ottima la partenza: alla fine del primo quarto, dopo un parziale grintoso, la Polisportiva ha messo la testa avanti  con il punteggio di 15-19.
I punti di vantaggio sono diventati nove prima dell’intervallo; stabilito il record di punti nel corso dei primi due quarti fino a questo punto del campionato, soddisfazione poco corposa considerato il risultato finale di gara.
Si ritorna in campo dopo l’intervallo e cambia la partita, come accaduto nelle ultime uscite stagionali della Polisportiva, falcidiata dagli infortuni che hanno reso difficili le rotazioni e hanno fatto calare spesso l’intensità di gioco nel corso delle partite permettendo il ritorno delle avversarie. E’ quello che è accaduto anche contro Bari che, spinta dalla grinta delle proprie giovanissime atlete, ha prima ripreso e poi superato le ospiti chiudendo in vantaggio di due punti.
Pirotecnico l’ultimo parziale, giocato sul filo dell’equilibrio: negli ultimi secondi, con Bari in vantaggio di 1 punto, la Polisportiva non è riuscita a sfruttare ben tre azioni d’attacco e due liberi per fallo antisportivo su Isacchi: Errico ha trovato la retina ma i due punti non sono stati validi in quanto sulla sirena la parabola non aveva ancora iniziato il suo corso. Finisce 67-66 per le padrone di casa. Tempo di riordinare le idee per la NPG che sabato in casa dovrà sconfiggere Santa Marinella e tornare in corsa per la vetta.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!