Sorrento – Perugia 0-0, le pagelle: Rossi, Balzano e Guitto sugli scudi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ROSSI 6,5: Il Perugia si rende poche volte pericoloso, ma quando lo fa i suoi guantoni sono sempre ben pronti a disinnescare ogni pericolo. A conti fatti, i suoi interventi hanno salvato lo 0-0 in tre limpide occasioni da gol create dagli ospiti. Se davanti si latita, il ritorno tra i pali del beniamino del pubblico di casa può far stare un po’ più sereno Bucaro.

BALZANO 6,5: Di riffa o di raffa, dalle sue parti non si passa mai. Dopo Pisa, un’altra prestazione maiuscola da centrale aggiunto nella nuova difesa a tre disegnata dal tecnico palermitano. Davanti a sé aveva un cliente scomodissimo come Rantier che, finchè è rimasto in campo, non è mai riuscito a saltarlo.

NOCENTINI 6: Il Nocentini dell’Arena Garibaldi è un brutto ricordo. Consapevole di dover farsi perdonare qualcosa, l’ex Cittadella ci mette l’anima, ingaggiando un duello fisico con Ciofani dal quale esce sempre a testa alta.

DI NUNZIO 6: Chiamato al raddoppio sul peperino Politano, gioca la sua solita partita attenta e senza sbavature.

ESPOSITO A. 5,5: Contiene bene il martello…Martella che opera sul suo lato, ma non riesce a dare manforte all’azione offensiva. Nella seconda frazione di gioco spreca un contropiede ghiottissimo con un controllo difettoso che, se fatto bene, l’avrebbe proiettato solo davanti a Koprivec.

BEATI 5,5: Anche lui fa un grande filtro a centrocampo, ma quando si proietta in avanti non va mai oltre uno sterile palleggio. (dal 43’ s.t. ESPOSITO R. s.v.: Di nuovo scampoli di partita per lui. Così è difficile capire se è carne o pesce).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ZANETTI 5: Sarà forse che fisicamente non è ancora al top, ma è in netta fase calante. Al Sorrento manca il suo genio, che contro il Perugia si è acceso troppo a intermittenza. Le sue verticalizzazioni, tema d’attacco preferito con Corsetti punta, non hanno mai avuto il giro e soprattutto la misura giusta.

ARCURI 5,5: Passo indietro anche per lui dopo l’ottima prova di Pisa dove era stato il riferimento offensivo più limpido. Stavolta, invece, gioca a nascondino, limitandosi a tocchi scolastici senza mai provare a cambiare ritmo.

BONOMI 6: Fronteggia lo spauracchio Politano con grande diligenza, limitando al minimo sindacale l’estro del talentino classe 1993 di Camplone. Come sottolineato per Esposito sull’altro binario, anche lui non riesce a spingere come dovrebbe.

GUITTO 6,5: Parte male, poi, complice l’appannamento di Zanetti, diventa il fulcro del gioco dei rossoneri. Il suo movimento a fisarmonica tra l’attacco ed il centrocampo gli permette di giocare, sempre con intelligenza, una quantità industriale di palloni. Sfiora anche il gol, peraltro di testa, lui che di certo è tutto tranne che un corazziere. (dal 34’ s.t. SCHENETTI 6: Poco più di 10 minuti in cui ostenta brillantezza ed anche discreti numeri che lo portano ad essere più volte pericoloso. Con la speranza che i problemi alla caviglia siano ormai alle spalle, a Catanzaro potrà essere la sua vivacità a far fare il salto di qualità all’attacco rossonero).

CORSETTI 5,5: Consapevole che sulle sue spalle poggiano le speranze di vittoria della squadra, inizia con il piglio giusto, muovendosi intelligentemente sul filo del fuorigioco per raccogliere i lanci di Zanetti. L’idea è quella giusta, peccato che poi si divori un gol incredibile a due passi da Koprivec. Nel finale di partita il suo destro meriterebbe maggior fortuna, ma il portiere sloveno, con l’aiuto del palo, gli dice di no.

BUCARO 5,5: Gli manca l’attaccante, è vero. Ma stavolta s’è fatto prendere anche lui dalla sindrome del “braccino del tennista”. Con il Perugia in 10 doveva osare di più, inserendo sì Schenetti ma per un centrocampista, sicuramente non per Guitto. Forse sarebbe cambiato poco, ma  avrebbe dato il messaggio alla squadra di credere nella vittoria.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!