Sorrento, Bucaro: “Questo pari ci sta stretto, ci è mancato solo il gol”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Giovanni Bucaro (foto Pollio)Amareggiato per il risultato, l’allenatore del Sorrento Giovanni Bucaro nella consueta conferenza stampa post-partita ha sottolineato l’ottima prova della sua squadra alla quale è mancato solamente il gol per avere la meglio del Perugia.

Di seguito, le dichiarazioni integrali del tecnico palermitano:

“Sia io che la squadra siamo delusi e rammaricati per il risultato: non meritiamo questo 0-0, se c’era una squadra che doveva uscire dal campo con il bottino pieno questa era sicuramente il Sorrento. I ragazzi hanno fatto davvero di tutto per vincere, i tre punti non sono arrivati davvero per un soffio. E’ davvero un peccato non aver colto questa vittoria anche perché avremmo avvicinato in classifica le squadre che ci precedono e preso un bel distacco da quelle che ci seguono. Abbiamo giocato bene, imbrigliato a dovere il Perugia e creato tanto, riuscendo a sviluppare anche belle trame fino all’area di rigore, ma non siamo stati fortunati in alcune situazioni. E’ pur vero che Rossi ha fatto tre parate importanti, ma sono scaturite da contropiedi. Per il resto la partita l’abbiamo fatta sempre noi: tra il primo tempo ed il secondo ho contato sette-otto palle gol, ma purtroppo non abbiamo finalizzato sia per la nostra imprecisione che per la bravura del portiere avversario. Insomma, oggi è mancato solo il gol.

Questi miglioramenti sono dovuti anche al fatto che oggi abbiamo schierato una squadra più “esperta” che ha saputo gestire meglio la partita e la palla. Oggi avevamo bisogno di più palleggio, caratteristica che Arcuri, Beati e Zanetti hanno migliore rispetto ad Esposito e Di Dio, perché, sapendo che il Perugia gioca molto sulla seconda palla, a centrocampo mi occorreva gente con più piede. La scelta di riproporre il 3-5-2, sul quale stiamo lavorando già da due settimane, è stata dettata dalla mancanza di elementi in attacco. Con questo modulo abbiamo adattato meno giocatori possibili, ovvero il solo Corsetti, che non è una punta, ed Alessio Esposito che ha giocato da esterno destro, interpretando bene il ruolo sia in fase difensiva che in ripartenza. Questo sistema di gioco è il migliore possibile da attuare in questa fase perché ci permette di concentrarci molto sugli inserimenti dei centrocampisti e sul lavoro degli esterni, dove abbiamo creato spesso la superiorità. Inoltre dà più fiducia anche al reparto arretrato, in cui hanno giocato bene tutti, anche Nocentini che veniva da una partita in cui era consapevole di aver fatto qualche errore: ha fatto una bella lotta con Ciofani, per me è stato uno dei migliori. Al di là del modulo, comunque, la squadra deve continuare ad avere questo spirito perché, l’ho ripetuto tante volte, la squadra deve crederci ed acquisire la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per uscire da questa situazione. Io sono convinto che ci riuscirà perché piano piano stiamo riprendendo consapevolezza della nostra forza dopo che nelle ultime partite i tanti episodi che ci sono andati contro ci hanno un po’ scoraggiati. Anche oggi ci è girata male in alcune circostanze impedendoci così di fare gol.

La presenza di Rossi ha fatto bene alla squadra perché al di là della bravura tecnica è una persona che aiuta molto il gruppo.

Dopo il rosso a Rantier avevo pensato di tenere ancora dentro Guitto, nonostante fosse stanco, ma poi ho preferito mantenere una squadra equilibrata perché comunque il Perugia davanti aveva gente veloce. Ho avuto paura di sbilanciarmi troppo e prendere qualche ripartenza che sarebbe potuta essere letale. Forse se avessi avuto qualche altro attaccante in panchina avrei osato di più, ma la squadra in quel momento mi dava ampie garanzie di tenuta. La prova di Guitto è stata comunque positiva.

Domenica a Catanzaro voglio che la squadra riproponga lo stesso agonismo, la stessa grinta e le stesse motivazioni di oggi. Troveremo una squadra che nelle ultime tre giornate ha fatto sette punti, quindi si è un po’ ritrovata dopo che alla vigilia era stata accreditata come una delle squadre che ambiva ai posti importanti.”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!