Guarracino:”Per tutto il Sant’Agnello un onore giocare con l’Angri”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“Tutti avremmo firmato per giungere al mercato in undicesima posizione” ammette Guarracino

“Vincere per forza? Mai”. Non vuole caricare di eccessive pressioni la sua truppa Antonio Guarracino alla vigilia della sfida con l’US Angri.
Una partita per certi versi storica e dal sapore particolare per il tecnico costiero ce in grigio rosso ci ha lasciato un pezzettino di cuore.
“Per me è un onore giocare contro l’Angri. Lì ho lasciato un pezzo di cuore – spiega il mister -. Per tutto il Sant’Agnello deve essere un evento storico. In passato non ci avremmo mai pensato”.
Dopo aver messo da parte i sentimentalismi l’allenatore della squadra del presidente Negri analizza la sfida in base a quelle che sono le conoscenze approfondite dei suoi avversari.
“Hanno alcune individualità importanti. Un asse centrale importante dalla difesa all’attacco – analizza Guarracino -. Li ho visti in azione un paio di volte e dobbiamo stare attenti”.
Allerta i suoi ragazzi che complice una carta d’identità molto giovane sono propensi a passaggi da picchi di entusiasmo a vortici di pessimismo molto rapidamente.
“La partita è delicata perché potremo dare un colpo importante alla classifica – ammette il trainer santanellese -. Ritrovarci quintultimi alla riapertura del mercato sarebbe stato sottofirmato da tutti considerata la giovane età dei ragazzi”.
I tre punti sarebbe un doppio colpo verso l’alto per il Sant’Agnello, ma Guarracino vuole che i suoi ragazzi la giochino come un match qualsiasi.
“La voglia di vincere c’è come c’è stata in tutte le altre partite. Di qui a dire per forza è da folli. I ragazzi contro tutti sono scesi in campo per fare risultato, poi a volte ci sono riusciti a volte no”.
Età media molto bassa. Scelte ponderate per  far quadrare i conti. Risultati che fanno felice presidente e mister.
“Sono soddisfatto di quanto fatto dai ragazzi. In una partita si sale alle stelle e si scende agli inferi – conclude il mister -. Poi sul morale incide anche la mancanza di risultati e il pari di Siano sarà una spinta in più”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!