Sorrento – Prato 0-2, le pagelle: rossoneri bocciati in blocco, solo Zantu è sufficiente

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Nel grigiore generale, si salva solamente Zantu (foto Pollio)POLIZZI 4,5: Se domenica scorsa sul gran gol di Barraco le sue responsabilità erano difficilmente identificabili, stavolta sulla segnatura di Silva Reis l’errore è lampante: il sinistro del brasiliano, debole e ampiamente preventivabile, è quanto di più facile da parare. Lui, invece, pensa bene di restare immobile, quasi folgorato, a vedere il pallone rimbalzare beffardo sul secondo palo. Una disattenzione grave, gravissima. Che di fatto spegne definitivamente il velleitario tentativo dei suoi di pareggiare.

BALZANO 5: E’ perennemente in difficoltà sulle discese di De Agostini. Il capitano del Prato lo sovrasta nettamente soprattutto sotto l’aspetto fisico, senza che mai il terzino rossonero riesca ad opporgli adeguata resistenza.

NOCENTINI 4: Prestazione inguardabile la sua. Nettamente in difficoltà nei duelli con Silva Reis, si fa trovare clamorosamente fuori posizione in occasione del gol dell’1-0, lasciando una prateria a Napoli, che ringrazia e firma il vantaggio toscano. Scriteriato anche quando è in possesso di palla, si trasforma spesso e volentieri in uomo assist per gli attaccanti toscani, con errori clamorosi in fase di disimpegno.

TERMINIELLO 5,5: All’esordio dal primo minuto, festeggia i 18 anni compiuti appena ieri con una prestazione confortante. Dopo la prima mezz’ora balbettante, in cui accusa l’emozione della “prima”, cresce alla distanza, con interventi precisi e puntuali, in particolare su Silva Reis allo scadere del primo tempo, quando anticipa il brasiliano pronto a calciare in rete da posizione favorevole. A tratti sembra quasi che sia lui a guidare Nocentini, e non il contrario come dovrebbe essere confrontando le carte d’identità.

BONOMI 5: Dal suo lato il croato Kostadinovic spinge poco, ma quando lo fa il terzino ex Alessandria va perennemente in tilt. Dopo un brutto inizio si riscatta, ma non riesce comunque a rendersi mai utile alla manovra, anzi, finisce col danneggiarla ulteriormente visto che gli manca precisione nell’appoggiare i compagni.

ESPOSITO A. 5,5: Piccolino com’è, soffre maledettamente la fisicità dei calciatori avversari, risultando praticamente inutile alla manovra offensiva. Vista la difficoltà nel fare gioco, s’impegna in fase di rottura, rincorrendo i portatori di palla toscani in lungo e in largo. Esce stremato, ma senza aver mai inciso in modo appropriato (dal 28’ s.t. IULIANO 5,5: Rispetto al compagno che sostituisce assicura un pizzico di qualità in più. Ma visto il grigiore generale collettivo, anche lui non riesce ad incidere).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ZANETTI 5: Inizia bene, mostrando la solita visione di gioco fuori dal comune. Poi cala vistosamente, senza un perché. Mancando il suo apporto in fase di palleggio, il Sorrento perde il controllo della zona nevralgica del campo ed automaticamente cede il pallino del gioco al Prato che ne approfitta (dal 30’ s.t. GUITTO 5: Di Sabato gli sradica dai piedi il pallone che poi Silva Reis, complice l’ingenuità di Polizzi, trasforma nel definitivo 2-0).

ARCURI 4,5: Abbiamo perso il conto degli innumerevoli passaggi sbagliati in tutta la partita. Errori che da un calciatore del suo livello, ingaggiato per fare le differenza, non vorremmo mai vedere. A parziale sua discolpa il pressing asfissiante operato dal centrocampo del Prato, ma, lo ripetiamo, è un’attenuante che non regge.

SCHENETTI 4: Si accende solo in un’occasione, quando sfiora il gol con un destro in diagonale che De Agostini gli sporca in angolo. Per il resto, il nulla cosmico. In più, come ciliegina sulla torta, il rosso rimediato dopo il secondo giallo per simulazione: in pratica la condanna a morte per la sua squadra.

ZANTU 6: L’unica sufficienza è la sua. Perché ci mette l’anima, soprattutto quando si tratta di far salire la squadra. E’ prezioso anche il suo continuo movimento con il quale cerca d’impensierire la retroguardia ospite. Peccato però non venga mai servito a dovere (dal 15’ s.t. CESARINI 5,5: Entra con una voglia matta di risolvere la partita da solo, ma alla fine non riesce a cambiare volto al match. In mezz’ora produce solo un tiro, sporcato in calcio d’angolo. Poco, troppo poco).

CORSETTI 5: Pronti-via e dopo 30 secondi sfiora il gol con un destro ad incrociare, lasciando credere a tutti sia la sua partita. Invece, dopo il lampo iniziale, sulla sua prestazione cala il buio più profondo. Si accende dopo l’1-0, ma un doppio palo sullo stesso tiro in porta confermano che la sua è la classica giornata no.

ALL.BUCARO 5: Se cominciano a tradirlo anche i “vecchi” (Nocentini, Bonomi e Zanetti su tutti) allora ha veramente di che preoccuparsi. La squadra vista col Prato è troppo brutta per essere vera: senza idee e senza essere mai pericolosi non si va da nessuna parte. Preoccupa un dato su tutti: in cinque partite, il Sorrento ha segnato solo contro la Carrarese, peraltro in superiorità numerica. Lì davanti urge inventarsi qualcosa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!