Prato, parla mister Esposito: “Vittoria meritata. Che gioia i gol degli attaccanti”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

L'allenatore del Prato, Vincenzo EspositoEcco la disamina di Vincenzo Esposito, allenatore del Prato, che sul sintetico dello stadio “Italia” di Sorrento ha colto la prima vittoria in campionato: “In generale la partita ha risentito delle condizioni atmosferiche, è difficile giocare con questo vento di scirocco che da oltre una settimana ci accompagna. Con questo tempo è logico che entrambe le squadre non siano riuscite a proporre un tipo di gioco continuo e dinamico che con altre condizioni sicuramente avrebbero messo in scena.

Detto questo, il Prato nel primo tempo ha avuto maggiormente il controllo dell’azione, ha tenuto meglio il campo ed è stato bravo in fase di palleggio e soprattutto ha creato più presupposti per fare goal, anche se poi di fatto nel primo tempo abbiamo tirato in porta poco o niente. Nel secondo tempo la falsariga è stata più o meno la stessa, poi l’episodio del presunto rigore che poi si è trasformato nell’espulsione di Schenetti, che nelle precedenti due partite, a Viareggio ed in casa contro il Frosinone, abbiamo subito noi, ci ha aiutato, ed anche con un pizzico di fortuna siamo riusciti a fare subito goal. Rottisi gli equilibri, abbiamo rischiato clamorosamente e colpevolmente solo in un’occasione dove il Sorrento è stato molto sfortunato, poi abbiamo trovato il gol della tranquillità.

In generale, posso dire tranquillamente che la nostra è una vittoria meritata: anche prima dell’espulsione la squadra che ha giocato meglio, anche se oggettivamente creando poco, siamo stati noi. Il Sorrento ha trovato tante difficoltà a fare gioco, dopo che nelle due precedenti partite casalinghe contro Gubbio e Carrarese aveva prodotto azioni offensive pericolose con maggiore continuità: questo merito è della nostra fase difensiva, mentre in quella offensiva, soprattutto nel primo tempo, siamo mancati tanto in fase di finalizzazione perché abbiamo commesso tanti errori nell’ultimo passaggio.

La scelta di schierare la difesa a cinque, che ho già proposto altre volte già in questo campionato anche a partita in corso, è un’arma che mi riservo in condizioni particolari: oggi ho voluto togliere campo e giocate ad una squadra che nell’uno contro uno, soprattutto su un campo sintetico dove queste abilità si vedono di più, è micidiale. I gol dei due attaccanti, Napoli e Silva Reis, mi rendono particolarmente felice: abbiamo bisogno del gol dei nostri centravanti, voglio che i protagonisti siano loro.
Questa vittoria è importante perché ci porta in dote tre punti e non perché è uno scontro salvezza. Il campionato è ancora lungo, è inutile fare calcoli già da adesso. Conta la crescita generale del valore della squadra, conta la capacità di esprimerle durante il campionato. Solo questo è importante. Il Prato è una squadra giovane, va sostenuta ed ha bisogno di credere in quello che fa”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!