Il 30 settembre la presentazione ufficiale. Il Giro d’Italia “torna a surriento”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Mancano solo pochi giorni all’annuncio ufficiale. Il 30 settembre la Rcs presenterà al pubblico il prossimo Giro d’Italia e tra le tappe della corsa rosa del 2013 ci sarà anche Sorrento.
La città del Tasso sarà sede della partenza di una delle tappe della gara che tingerà del colore della storica Gazzetta dello Sport le città italiane.
L’ultima volta che il giro fece tappa in costiera il 1991. Una tre giorni a tutto giro per i paesi della penisola. Giorno di riposo, giro a circuito e partenza il dì successivo. A imporsi fu Eric Boyer che chiuse la corsa poi in quinta posizione.
La penisola sarà punto di partenza della prossima terza tappa del Giro d’Italia. La frazione avrà un percorso interno che interesserà i comuni di Sorrento,Sant’Agnello e Piano di Sorrento. Corso Italia, via delle Rose e tutte le strade interne sino a giungere di nuovo nella città del Tasso saranno percorse dai più forti interpreti di questo sport. La corsa poi saluterà le strade asfaltate della zona per immergersi nelle curve mozzafiato della costiera amalfitana. Un percorso che avrà come scenario il mare delle due tra le più belle località turistiche del mondo.
Dopo essere giunti a Salerno la corsa continuerà a snodarsi per le strade salernitane per raggiungere il Cilento dove terminerà nella piccola, ma accogliente Ascea.
C’è voluto un grande lavoro d’equipe per riportare il giro a Sorrento. Un impegno costante sin da giungo quando la terra delle sirene è stata in ballottaggio con Napoli per ottenere la partenza della corsa rosa. Quattro mesi di intensa attività, incontri a iosa per riuscire a far breccia nella perfetta macchina organizzativa della Rcs. Gli uomini che stabiliscono punto per punto percorso, arrivi di tappa e partenze si sono incontrati spesso con i rappresentanti dell’Associazione ciclismo sorrentino, l’avvocato Carmine Castellano, santanellese di nascita, storico organizzatore del giro dal 1989 al 2005 e le amministrazioni comunali locali. Contratto firmato nella piovosa giornata di giovedì 13 settembre con i responsabili Rcs che hanno visionato il circuito costiero metro dopo metro.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!