Guarracino: “Brutto perdere così ma buoni segnali”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Una sconfitta che lascia la bocca amara quella patita dalla Fc di Guarracino che commenta con un pizzico di delusione la gara contro la Libertas Stabia: «E’ brutto perdere con due rigori, domenica scorsa non ero soddisfatto ma stavolta abbiamo fatto di più, nel primo tempo l’1-0 ci stava stretto. Abbiamo l’amaro in bocca, paghiamo i soliti errori di gioventù».
L’analisi tecnica della gara è trasparente. Guarracino ha rilevato la chiave tattica della partita su cui dovrà lavorare in futuro: «Loro hanno fatto meglio sulla sinistra, da lì sono nate le due azioni da rigore. Il primo davvero assurdo, sul secondo siamo stai puniti. Ci siamo fatti trovare sempre impreparati dove loro hanno piazzato il miglior giocatore. Comunque è tutta esperienza».
Guarracino si divide tra il sentimento di soddisfazione per aver tenuto a lungo in mano la partita e quello di preoccupazione a causa degli spettri dello scorso campionato. Grandi prestazioni, pochissimi punti. «Abbiamo fatto passi avanti, giocato una bella partita contro un’ottima squadra, abbiamo dominato per 60′ e sfiorato il 2-0, poi abbiamo perso a causa di due calci di rigore. Mi sembra di vivere il tran tran dello scorso campionato. Ci stiamo muovendo bene, l’impellenza di punti c’è ma anche il tempo, i segnali sono positivi».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!