Gargiulo:”Contento l’avevamo preparata così”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“Avevo chiesto un goal su azione, ne hanno fatti tre cosa chiedere di più” commenta un contento Luigi Gargiulo

Massa Lubrense – Il timore è andato via con il passare dei minuti quando i nero azzurri di Luigi Gargiulo hanno lentamente preso possesso del campo e colpito al cuore la Virtus Scafatese.
Partenza lanciata, un pit stop e poi un rush finale degno dei migliori sprinter di ciclismo.
“Se contro le squadre di vertice riusciamo a fare 20 minuti per tempo di buon gioco posso solo ritenermi soddisfatto. So che non potrà essere sempre così, ma oggi è stata preparata così”.
De Stefano e Marino subito, poi il goal, la spinta e i canarini alle corde. Alla fine di due gare consecutive il Massa si trova a non aver subito goal.
“Un buon primo tempo. Subito tre palle goal. Avanti così – commenta mister Gargiulo -. Sono due gare compresa la coppa che non subiamo goal. Avevo chiesto una rete su azione ne abbiamo trovate tre ben venga”.
Un nuovo ciclo. La vecchia dirigenza sugli spalti a fare da primo tifoso. I ragazzi scesi in campo hanno una dedica particolare.
“La squadra vuole dedicare la vittoria alla dirigenza per quanto ha già fatto, per quanto sta facendo e quanto farà – commenta l’allenatore -. L’obiettivo è riuscire a portare sempre più persone al Marcellino Cerulli”.
Lo ha chiamato, lo ha voluto fortemente e Marcello Cacace ha risposto presente.
“Il nostro fantasista è rimasto in campo per caratteristiche tecniche. È in grado di giocare spalle alla porta e fare anche la giocata decisiva. Oggi gli è mancato solo il goal, ma merita comunque un grande applauso per la prestazione”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!