Bucaro esorta i suoi: “A Latina per crescere”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il tecnico del Sorrento, Giovanni Bucaro, è contento dei miglioramenti dei suoi ragazzi (foto Pollio)

Sereno, concentrato e fiducioso, Giovanni Bucaro affronta l’argomento Latina. Saranno proprio i nero azzurri guidati da Fabio Pecchia i prossimi esaminatori del suo Sorrento.
La squadra costiera è reduce dalla corroborante vittoria con la Carrarese che ha fatto aumentare l’autostima e lavorare con intensità il gruppo.
“Si sta migliorando la condizione di tutti”. Chiaro e sintetico il trainer costiero che vede come i nuovi siano in crescita. “I nuovi a cui mancava il campo sono sempre più pronti, ma è logico che non basta solo questo”.
Tre punti voluti e cercati, ma anche uno “spirito” di squadra che convince. “Avverto da parte di tutti la voglia di fare del suo meglio e andare anche oltre. Sacrificio e voglia non mancano a questi ragazzi”. In sintesi il Sorrento c’è.
Aveva chiesto del tempo per amalgamare i nuovi, ma i progressi e l’applicazione hanno indicato che la strada è quella giusta all’ex mister dell’Avellino.
“Più si va avanti, più si cresce non è retorica, ma la realtà anche perché si conoscono pregi e difetti di tutti e si fa quadrato e ci si compatta”.
La chiusura del cerchio è quasi completa. Zanetti ha convinto il tecnico a puntare su di lui, ma in tanti scalpitano per ottenere una maglia da titolare.
“Paolo (Zanetti ndr) è leggermente avvantaggiato su Beati che ha fatto bene quando è stato utilizzato, mentre Guitto ha le qualità per imporsi in questa categoria”.
Resta un rebus il reparto offensivo. Chi partirà dall’inizio? Anche i giocatori vorrebbero saperlo. La novità si chiama Arcuri che Bucaro parrebbe intenzionato a schierare sull’out di destra.
“E’ un giocatore che ho già avuto con me e conosce ciò che chiedo”, il resto è un’incognita.
Il Latina è reduce dalla doppietta di vittorie contro Catanzaro e Nocerina. Squadra tonica e in palla è composta da un roster di tutto rispetto.
“I nostri avversari sono molto esperti e validi. Hanno un centrocampo importante che gioca bene la palla ed esterni rapidi e tecnicamente validi. Insomma una squadra tosta che punterà alla parte alta della graduatoria”.
Giovanni Bucaro ha sposato la linea verde del Sorrento e farà di tutto per dimostrare alla società che gli sforzi saranno ripagati, ma chiede qualche puntello.
“Ringrazio il presidente Ronzi che vuole fornirmi un attaccante in più, ma posso affermare che manca ancora qualche under in qualche reparto per essere al completo. In avanti fido ciecamente di chi abbiamo in rosa”.
Se qualcuno gli fa notare che nella partitina del giovedì i suoi abbiano colpito due traverse in rapida successione il tecnico se la ride e commenta ironico.
“Ci alleniamo anche per quello”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!