Cappiello:”Lo sgambetto alla Scafatese? Perché no”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Cercherà di ottenere una maglia da titolare il centrocampista Antonio Cappiello

Massa Lubrense – C’è tanto rammarico per come si è conclusa la coppa Campania. L’eliminazione con il Picciola ha lasciato qualche strascico sotto il quello che si poteva fare e non si è fatto. Neppure il tempo di pensare troppo alla seconda competizione regionale che i nero azzurri di Luigi Gargiulo si concentreranno sulla Virtus Scafatese che è pronta a dare battaglia sabato al Marcellino Cerulli.
“Brucia ancora l’uscita dalla coppa, ma è acqua passata – commenta Antonio Cappiello -. Potevamo fare di più, ma non siamo riusciti a vincere”.
La partenza è stata positiva. Tre punti nel derby con il Sant’Agnello e una gara difficilissima alle porte. I canarini scafatesi hanno steccato alla prima e non vorranno lasciare altri punti per strada.
“Noi siamo consapevoli che lottiamo per la salvezza e si deve cercare di fare punti contro chiunque – spiega il centrocampista -. La Virtus Scafatese è una squadra molto solida composta da alcune individualità importanti per la categoria che avrà fame di riscatto”.
Se si pensa allo sgambetto? “Certo che si. La gioventù può essere un pregio e un difetto”.
Lo scorso anno i giallo blu si imposero per 2-1 sfruttando di più le ingenuità della truppa guidata da Palmieri che giocando una sfida di livello.
“Cercheremo di rendere pan per focaccia rispetto alla prestazione della passata stagione, ma sarà molto difficile”.
Alla prima si è accomodato in panchina. In coppa ha avuto la sua chance giocando abbastanza bene. Cercherà di riprendersi la cara numero otto contro i salernitani.
“Titolare o no? Decide il mister. Io ci metto l’impegno per far parte dell’undici titolare”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!