Gimel: esordio con sconfitta contro lo Stabia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – 
L’esordio, nel pieno della preparazione atletica della squadra, non è stato dei migliori in termini di risultati, considerato il 3-1 subito dalle stabiesi, ma la formazione santagatese ha mostrato un buon gioco riuscendo a giocarsi la gara contro una squadra ben messa in campo. Bella la rimonta, purtroppo futile, nel primo set, quando la Gimel ha recuperato fino a portarsi sul 20-20. In generale buona prova di carattere che dà segnali comunque positivi in vista dell’inizio del campionato.
Mister Aversa commenta: «Non abbiamo ambizioni in coppa, la partita ci serviva per testare la preparazione, abbiamo fatto una buona prestazione anche se non abbiamo provato a vincere. Le ragazze venivano da una seduta di pesi e c’era qualche dolorino ma in generale è andata bene così».
La Gimel affronterà questo nuovo campionato con la speranza di non dover fare i conti con gli infortuni, tanti, troppi nella scorsa stagione, e di raggiungere la salvezza con anticipo rispetto allo scorso anno, quando un super girone d’andata ha permesso alla squadra di mantenere la categoria. «Speriamo vada meglio – conclude l’allenatore – la rosa è quella di sempre, inseriremo qualche giovane, aspettiamo il ritorno della Aversa che riprenderà dopo Natale e che sarà importante per noi, speriamo di salvarci meglio rispetto allo scorso anno».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!