Guarracino: “Sant’Agnello finalmente si parte”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Eviterebbe di incontrare Marcello Cacace il mister santanellese Guarracino (foto Pollio)

Tolti i veli nella serata di martedì, il nuovo Sant’Agnello è pronto a gettarsi nella mischia dell’Eccellenza. Si presenterà al gran ballo con un roster rinnovato e giovane per puntare alla salvezza. Squadra che si è rinforzata, ma che al tempo stesso ha mantenuto in organico alcuni degli elementi importanti che hanno contribuito alla salvezza dello scorso anno.
“Finalmente si parte – commenta mister Guarracino -. Cominciano i lavori. A me piace programmare. Le somme si tireranno alla fine. Viviamo alla giornata e senza eccessive pressioni. Cresceremo gara dopo gara”.
C’è chi ha definito il girone b dell’Eccellenza un interregionale. Squadre toste che si candidano alla vittoria finale, resta da capire quante lotteranno per la salvezza.
“Non so se il campionato si spezzi in due, ma alla fine sarebbe un bene. Avere più squadre in lizza per la retrocessione potrebbe consentire di recuperare terreno ogni qual volta se ne perda – spiega il trainer santanellese -. Forse sarà un girone livellato, ma resta da vedere se verso l’alto o verso il basso”.
Alla prima il destino ha voluto che il derby inaugurasse il campionato di Sant’Agnello e Massa Lubrense. Le compagini costiere lotteranno per la permanenza nella massima rassegna regionale, ma la sfida non sarà uno scontro diretto.
“C’è un banco di prova  e non uno scontro diretto – analizza Guarracino -. Ogni allenatore vuole vedere le cose provate, ma c’è bisogno di tempo”.
Una sfida tra amici e tecnici che si stimano, Gargiulo e Guarracino, il santanellesse però spera che il collega possa iniziare al meglio dalla seconda.
“Gli auguro di cuore una grande carriera. Ho tanta stima di lui, ma spero che inizi dalla prossima partita”.
Il mister santanellese nell’analisi dello scacchiere tattico degli avversari massesi indica chi vorrebbe non giocasse l’esordio in campionato.
“Marcello Cacace l’ho cercato più volte negli ultimi anni, ma non si è mai concretizzato questo interesse – conclude Guarracino -. Marino lo conoscono e lo temono, mentre Cacace è alla prima apparizione in Eccellenza e potrebbe essere sottovalutato, ma ha numeri per fare male”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!