Massa Lubrense: Marcello Cacace regala il pari allo scadere

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Buon pareggio all’esordio per il Massa di Luigi Gargiulo

Il Massa Lubrense pareggia per 1-1 contro il Due Principati in trasferta. Due squadre giovani che affrontano campionati differenti e che ha visto i nero azzurri sciupare troppo in fase di realizzazione.
Gargiulo adatta la coppia D’Esposito – Cappiello come centrali difensivi e affida l’attaco a Marino e Aiello.
Gara che potrebbe incanalarsi sul binario giusto se Cappiello realizzasse un calcio di rigore concesso ai massesi in avvio. Sul primo tentativo la palla entra in rete, poi l’arbitro fa ripetere e il difensore d’occorrenza becca il palo.
Neppure il tempo di rammaricarsi che Rapolo  trafigge Stinga e porta in vantaggio i padroni di casa. La pressione del Massa aumenta e  si concretizza a poco dalla fine quando Marcello Cacace da azione d’angolo trova il pari che lascia tutto aperto in ottica qualificazione.
“Sono soddisfatto di quello che i ragazzi hanno fatto in campo – commenta mister Gargiulo -. Era chiaro che potesse pagarsi dazio con l’inedita coppia difensiva, ma hanno trovato davvero un gran goal gli avversari”.

Marcello Cacace trova il pari su azione d’angolo in chiusura

E’ rammaricato per non aver concretizzato quanto costruito, ma alla fine il suo Massa ha cercato di impattare prima e vincere poi.
“Quello fatto in allenamento è stato riproposto in campo. Anche sotto il profilo atletico non mi lamento della condizione della squadra – spiega l’allenatore nero azzurro -. Per il 90% della partita i miei sono stati ampiamente all’altezza”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!