Sorrento – Gubbio 0-0, le pagelle: tutti promossi, ma Zantu…

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

L’esterno destro Balzano (foto Pollio)

POLIZZI 6: Premessa d’obbligo: il Gubbio non s’è reso mai realmente pericoloso. Ordinaria amministrazione a parte, quindi, per il nuovo numero uno rossonero è stato un pomeriggio noioso, con solamente un intervento importante, nel primo tempo, su una bordata dalla distanza di Galabinov.
BALZANO 6,5: Lottatore nato, non soffre mai le sortite offensive del dirimpettaio Regno. Quando può si spinge anche in avanti con discreta continuità, peccato solo che i suoi cross manchino di precisione. Resta comunque una pedina su cui fare sicuro affidamento per il resto della stagione.
NOCENTINI 6,5: E’ il regista arretrato della squadra: dai suoi piedi nascono tutte le azioni offensive. In questo nuovo compito sembra molto a suo adagio, senza però dimenticare il solito ed insostituibile lavoro difensivo, che svolge con disinvoltura e senza mai soffrire. E’ senza dubbio un punto fermo, di cui difficilmente si potrà fare a meno.
DI NUNZIO 6,5: Ormai le sue brillanti prestazioni non fanno più notizia: sicuro, preciso e mai in ritardo, è la colonna portante del pacchetto arretrato. E in più sfiora anche il gol in una delle sortite offensive su azione di calcio d’angolo.
BONOMI 6: Soffre un po’ nel primo tempo, soprattutto quando l’ex di turno Galabinov, braccato dai centrali costieri, decide di spostarsi sul suo lato e far valere i suoi quasi due metri nel gioco aereo. Nella seconda frazione, invece, partecipa attivamente alla fase offensiva anche se, come il compagno sull’altro binario, pecca un po’ troppo d’imprecisione.
ESPOSITO A. 6: Non guardate alla sua carta d’identità, potreste avere un colpo, perché a soli 18 anni questo ragazzi proveniente dalla squadra Primavera del Lecce ha già impressionato in positivo. Cattivo, instancabile e accorto tatticamente, pecca solo un po’ in personalità quando ha il pallone tra i piedi. Ma è un dettaglio trascurabile, soprattutto per un classe 1994. (dal 44’ s.t. IULIANO s.v.: 4 minuti e dimostra già un’ottima visione di gioco ed un piedino ben educato. Da rivedere, comunque, in spezzoni di partita più consistenti o negli interi novanta minuti).
BEATI 6: Play per l’occasione vista l’assenza, causa squalifica, di Zanetti, s’impegna al massimo per far girare il pallone come Bucaro vuole. Il compito gli riesce alquanto bene, anche se a volte è troppo lento nel giostrare la sfera.
ARCURI 6: E’ il soldatino di Bucaro, che su di lui ripone grande affidamento. Conosce bene il modo di giocare dell’allenatore ed infatti è sempre al centro della manovra. Cala un po’ alla distanza, ma nel finale trova quella riserva d’ossigeno per piazzare gli ultimi spunti importanti.
SCHENETTI 6: Due allenamenti con la squadra e già catapultato in campo: normale, quindi, che almeno all’inizio fatichi a trovare la giusta posizione in campo. Una volta compreso il ruolo e soprattutto preso confidenza con le misure in campo, piazza alcune giocate degne di nota che ne sottolineano le immense qualità tecniche che possiede. (dal 37’ s.t. ESPOSITO R. 6: Entra e dopo pochi minuti Cesarini lo mette davanti al portiere, ma a fermarlo è l’insulso off-side chiamato dall’assistente Villa. Altri pochi giri di lancette e, invece,  è  Venturi a dire di no alla sua bordata di sinistro. Avesse tirato meno forte e più angolato sarebbe stato il man of the match, ma per la manciata di minuti disputata il suo apporto è stato comunque più che discreto).
ZANTU 5,5: L’unica insufficienza della squadra è la sua, e non perché la sua prestazione sia stata negativa. Sulla sua valutazione, infatti, pesa quell’errore clamoroso di fine primo tempo in cui, con Venturi in uscita, ha provato un pallonetto velleitario quando aveva un ventaglio immenso di opportunità per metterla dentro. Un errore grave, che avrebbe sicuramente messo in discesa la partita del Sorrento (dal 27’ s.t. CESARINI 6: Venti minuti per apprezzarne le grandi qualità tecniche, l’ottima visione di gioco e la voglia di dimostrare di che pasta è fatto. Non ha nessuna occasione per metterla dentro, ma si fa vedere per alcuni assist pregevoli e per la buona capacità di proteggere e di smistare la palla).
CORSETTI 6,5: Il palo ed una grande parata di Venturi non gli fanno festeggiare un gol che avrebbe meritato ampiamente. Si accende a fiammate, ma quando lo fa è devastante. Soprattutto nel secondo tempo, quando il duello con Grea lo vince ampiamente per k.o. tecnico.
ALL. BUCARO 6,5: Più del punto guadagnato, è la prestazione che deve farlo sorridere. Il Sorrento ha tratti ha giocato bene, con velocità e precisione, come piace a lui. E, soprattutto, non ha mai sprecato un pallone, manovrando sempre palla a terra. Con l’acquisizione degli schemi anche da parte dei nuovi acquisti, il suo Sorrento non può far altro che migliorare. E sorprendere anche i più scettici.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!