Mastellone replica a mister Sottil: “Evitiamo di creare tensioni inutili”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il vice presidente Mastellone mira a evitare che gli animi possano infiammarsi inutilmente con il suo intervento

Nella mia qualità di vice presidente del Sorrento calcio, responsabile dell’area della Comunicazione e Marketing, desidero controbattere alla intervista rilasciata dal mister sig. Sottil del Gubbio che ha definito lo stadio “Italia” come: “un campetto parrocchiale dove il pallone ha strani rimbalzi”. Al mister dico che la sua ‘tattica”di creare un clima teso e’ una strategia persa in partenza, pensi piuttosto a vincere la partita sul campo. Quest’anno come città e come società, abbiamo subito troppi attacchi, che respingiamo fortemente al mittente. La Lega Pro e la Figc, organi predisposti e superiori, hanno autorizzato regolarmente l’uso e disposto l’agibilità dello stadio “Italia”. Il signor Sottil quindi eviti commenti fuori luogo. Sappia infine che a Sorrento troverà sempre una città, una tifoseria e una società corretta e seria.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!