Bucaro:”Voglio un Sorrento di sacrificio”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Chiede tanto spirito di sacrificio ai suoi Giovanni Bucaro (foto Penna)

Poco meno di due anni fa Sorrento e Gubbio si giocavano la promozione in B e l’Italia era gremito in ogni ordine di posti. Oggi, invece sarà il match di apertura del nuovo corso di Giovanni Bucaro. Una squadra rinnovata in tutto e per tutto quella rossonera che punta con decisione alla salvezza. Si cercherà di fare di necessità virtù per riuscire nell’impresa dopo gli ultimi anni in cui si è pensato in grande.
Chiede un po’ di tempo il tecnico costiero dopo gli ultimi e sostanziali ritocchi alla squadra. Un Sorrento giovane e sbarazzino, ma per vedere la vera squadra ci vorranno almeno un paio di gare.
“Ai tifosi chiedo un po’ di pazienza e di starci vicino. La squadra è cambiata tanto e c’è bisogno di amalgama”.
Rispetto al calcio di agosto ci saranno tante incognite che accompagneranno i rossoneri all’esordio. Il tecnico egubino, Sottil, parla di campo parrochhiale, ma giocare in casa all’Italia per i costieri potrebbe garantire quel pizzico di calore in più.
“Conosciamo il nostro campo e per le nostre caratteristiche forse potremo avere qualche piccola difficoltà, ma mai dovrà mancare lo spirito con cui ci siamo calati nella parte durante il pre-campionato e in coppa Italia”.
Scherza sul fattore formazione Bucaro. “Se la indovinate la cambio”. Le scelte da fare sono tante, ma alcune forzate anche dall’andirivieni che ha caratterizzato l’ultimo giorno delle trattative di mercato.
“Ci sarà da adattare qualche cosa tra gli uomini che avrò a disposizione”. Nessun punto di riferimento, ma qualche indicazione c’è.
E’ certo. Dovrà  essere assegnata la fascia di capitano. Vanin si è trasferito al Lecce, ma ancora non è stato individuato chi sarà il suo successore. “L’ho notato ieri e non ho scelto. Forse lo farà lo spogliatoio o sarà l’elemento che da più tempo è al Sorrento”.
Revival di emozioni per due ex della partita in casa rossoblu. “Arcobaleno” Radi e Andrey Galabinov.  Il difensore giunse in costiera all’esordio in C1 dei rossoneri, mentre il bulgaro esordì all’Italia con una rete contro il Pavia.
Ultimi due giorni di allenamenti a porte chiuse per Bucaro. Se il modulo non sarà una novità: 4-3-3, restano da capire gli attori che scenderanno in campo. Polizzi in porta linea a quattro affidata a Balzano, Nocentini, Di Nunzio e Bonomi. Incognite a iosa a centrocampo. Beati sarà il playmaker, al suo fianco ci dovrebbero essere De Angelis e Alessio Esposito. In attacco spazio alla velocità e ai tagli di Corsetti, Zantu e probabilmente Schenetti in ballottaggio con Roberto Esposito per una maglia da titolare.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!