Al Sorrento manca solo il goal

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Buon esordio per il giovane Alessio Esposito (foto Pollio)

È piaciuto tanto il Sorrento di Bucaro a cui è mancato solo il successo contro un Gubbio ben presente in campo, chiuso e pronto a colpire con l’ex Galabinov e Scardina.
I timori della vigilia scompaiono dopo dieci minuti.
Non ci sono ancora i sei under in campo, ma quelli che sono stati scelti il compito lo svolgono al meglio.
L’applicazione e l’abnegazione non è mancata. I rossoneri sono stati sicuri di quello che c’era da fare. Tanta corsa per chiudere il centro e azione costruita con pazienza. Non sarà il tic tac stile Barcellona, ma una fitta rete di passaggi per liberare i furetti offensivi.
Beati c’è. È questa una delle tante note liete della sfida contro i rossoblu. Pochi gli appoggi sbagliati, ma la personalità che si chiedeva a un centrocampista che nella passata stagione aveva balbettato parecchio.
Una palla goal per tempo. Zantu e Roberto Esposito mettono in evidenza le qualità di Venturi.
Non si è entrato in un parco giochi con tante attrazioni, ma un casinò con le emozioni alla sosta della pallina della roulette.
I tagli di Corsetti e compagni scompigliano il campo come una scopa, ma la gioia delle rete è rimandata.
A venti dalla fine c’è spazio per il nuovo arrivo Cesaretti. L’ex Spezia mostra la determinazione giusta di chi sa cosa vuole e come fare ad ottenerlo.
Buona la prima! La strada è tracciata, l’esordio è alle spalle ora sotto con il duro lavoro settimanale per migliorare.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!