Polizzi si presenta: “Che ansia la firma”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Giuseppe Polizzi classe ’91 nuovo portiere del Sorrento

Sorrento – Sono stati presentati questa mattina nella sala stampa dell’Italia i primi volti nuovi della stagione 2012-13. Giuseppe Polizzi Marco Ciampi e Givestin NSuki Zantu. Un portiere, un difensore e un attaccante per iniziare a puntellare la rosa di mister Bucaro.
Giuseppe Polizzi è quasi una vecchia conoscenza. L’estremo difensore ha svolto tutta la preparazione stiva con i rossoneri e sembra pronto a contendere ad Ambrosio una maglia da titolare.
“Il mister vuole puntare sui giovani in porta e a me fa piacere – spiega -. Ho voglia di fare bene e l’ambiente è ottimo”.
Sui tempi che lo hanno portato alla firma, Polizzi è più sintetico rispetto alle lune che sono passate dal primo giorno di ritiro.
“Ho sempre avuto qualche piccolo dubbio considerato il prolungarsi dei tempi – ammette l’estremo difensore -. Quando c’è stato l’ok è sembrata una liberazione”.
Difesa alta e fuorigioco sempre un pericolo per i portieri, ma il pipelet costiero ci ride su e guarda avanti.
“E’ la prima volta che gioco con la difesa alta con i piedi  me la cavo, ma avrò il muro a disposizione per migliorare nel corso della stagione”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!