Sorrento-Gubbio al Menti di Castellammare

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“In pieno accordo con i dirigenti del Sorrento e preso atto dell’aria irrespirabile che si e’ fatta maturare a Cava dei Tirreni (citta’ bellissima) e senza guardare a chi avesse il diritto alla priorita’, in accordo con l’Osservatorio del ministero degli Interni che assicura il rispetto dell’ordine pubblico (la nostra gratitudine non compensera’ mai i sacrifici che con grande professionalita’ fanno tutte le forze dell’ordine), si andra’ a giocare con il Gubbio a Castellammare di Stabia”. Lo dice in una nota il dg della Lega Pro, Francesco Ghirelli, in riferimento al campo dove si disputera’ l’incontro tra Sorrento e Gubbio il 2 settembre. “In questo calcio in cui troppi parlano al di fuori delle righe, in cui troppi pensano solo al loro particolare, in cui troppi cercano solo l’effetto mediatico incuranti del bene comune, la Lega Pro, il presidente Macalli vanno controcorrente – aggiunge -. Come? Provando a lavorare per trovare soluzioni, lo fanno in silenzio. Perche’? Semplicemente con lo scopo che il calcio sia un momento di unione, di gioco e non lo scontro tra fazioni nemiche per affermare una sterile e sciocca supremazia”. Ghirelli ringrazia quindi “il sindaco, la dirigenza della Juve Stabia, le autorita’ di pubblica sicurezza.
Cosi’ come mi scuso con i dirigenti del Gubbio calcio per i disagi procurati loro per il cambio di sede (erano stati da me informati che si sarebbe giocato a Cava dei Tirreni)”. “Questa e’ la cultura che regola la vita in Lega Pro – conclude Ghirelli – priorita’ nel salvaguardare il gioco del calcio, rispetto, stile, lavoro in silenzio. Infine, un consiglio: non si commetta l’errore, da parte di qualcuno, di pensare che saremmo remissivi. Solo i forti sono in grado di operare in questo modo e non manchera’ occasione per capirlo a dovere”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!