Negri:”Il Sant’Agnello ha bisogno di un aiutino”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Chiama a raccolta gli imprenditori santanellesi il massimo dirigente Negri (foto Pollio)

Sant’Agnello – Una piccola grande impresa, l’Eccellenza, per il sodalzio di viale dei Pini che in poco meno di 17 anni di attività ha conquistato una storica promozione. Un grande balzo in avanti per la compagine guidata dal presidente Alberto Negri e da mister Guarracino che ha fondato tutto il suo entusiasmo su un gruppo fatto in casa.
“C’è da ringraziare i giovani ragazzi che hanno contribuito a mantenere la Promozione – commenta il massimo dirigente santanellese -. Poi il lavoro negli anni con il settore giovanile ha dato i suoi frutti con il ripescaggio”.
La squadra è da rinforzare così come il pool di sponsor che permette alla truppa bianco azzurra di rappresentare con onore Sant’Agnello su tutti i campi della Campania. Il campanello d’allarme, però, è pronto a suonare. I giovani sembrano idonei per affrontare la massima categoria regionale, ma manca qualche innesto.
“C’è da puntellare l’organico con alcuni elementi di esperienza – spiega Negri -. Non abbiamo grosse pretese, ma non vogliamo dissanguarci, anzi. È un vanto per la città avere una squadra in Eccellenza e spero che presto altre forze imprenditoriali possano contribuire al nostro progetto”.
Si regge sulle proprie gambe il Sant’Agnello che vanta un settore giovanile prolifico. Si vuole continuare su questa strada senza depauperare i fondi riservati ai giovani, ma servono forze economiche nuove.
“Abbiamo bisogno di un aiutino – conclude il presidente -. Non posso limitare i fondi del settore giovanile per la prima squadra. Puntiamo molto sui giovani, ma speriamo anche che altri imprenditori possano aiutarci in questa nuova avventura”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!