TIM CUP, le pagelle di Spezia – Sorrento: Basso è imprendibile, Vanin bocciato nel ruolo di ala

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ronaldo Vanin, negativa la sua prestazione nel ruolo di ala destraAMBROSIO 5: Sui gol non ha particolari colpe, anche se il calcio d’angolo da cui scaturisce il 3-1 nasce da un difetto di comunicazione tra lui e Vanin. L’insufficienza è figlia della troppa insicurezza palesata nei momenti caldi del match.

BALZANO 6,5: E’ la sorpresa della serata: attento e preciso negli interventi, fa valere il fisico nei tanti duelli cheil match gli propone (dal 34’ s.t. ESPOSITO s.v.: Entra con il piglio giusto, andandosi a guadagnare un calcio di punizione importante e facendo vedere alcuni movimenti che Bucaro gli chiede in allenamento. Rispetto alla gara di Treviso i miglioramenti sono evidenti, ma adesso c’è bisogno di continuità)

NOCENTINI 6: Autorevole negli interventi, nel primo tempo nega il gol a Pichlmann dimostrando un grande senso della posizione. Tra un contrasto ed un duello aereo trova anche il tempo di dispensare consigli su consigli a Balzano che sembra trarne discreto giovamento.

DI NUNZIO 6: Pichlmann o Evacuo, differenze per lui non ce ne sono. Ad entrambi concede le briciole sia per le vie aeree che per quelle terrestri.

BONOMI 5,5: Dalle sue parti si balla e pure parecchio. Ma la colpa non è tutta la sua, visto che né Basso né soprattutto Greco gli danno una mano, lasciandolo sempre in inferiorità numerica.

BEATI 6: Si riconferma su ottimi livelli dopo l’ottima prestazione contro il Treviso. A sorprendere è sicuramente la generosità con cui copre la sua zona di competenza ed anche qualche ottimo spunto tecnico che dimostrano che il Beati di quest’inizio di stagione è il gemello buono di quello del finale della scorsa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ZANETTI 5,5: Soffre il muscoloso centrocampo spezzino, non riuscendo a trovare i varchi giusti per imbeccare i tagli degli attaccanti esterni, serviti troppo spesso fuori misura.

GRECO 5: Sotto il profilo dell’impegno non gli si può dire nulla, perchè il ragazzo corre come un forsennato. Peccato solo che la sua sia una corsa con poco criterio e soprattutto proiettata solo all’offesa, visto che lascia sempre solo Bonomi quando Madonna sale dalla retrovie.  (dal 43′ s.t. DE ANGELIS s.v.: Entra ormai quando il match non ha più nulla da dire)

VANIN 5: Da ala destra è un pesce fuor d’acqua. Senza la possibilità di scambiare con i compagni e con poca dimestichezza nei movimenti offensivi, in quel ruolo è un uomo regalato agli avversari.

CORSETTI 5,5: Schiavi e Benedetti lo riempiono di botte, facendogli sudare ogni singolo pallone. Da centravanti, con due difensori così, non serve praticamente a nulla. La speranza è di rivedere la buona dose di volontà di queste due partite di TIM Cup anche quando verrà riutilizzato nel suo ruolo.

BASSO 7: E’ imprendibile, una scheggia impazzita nel fianco della difesa spezzina. Semina il panico sulla sua corsia per una buona mezz’ora, poi cala alla distanza. Ma raschiando il fondo del barile trova la forza di fulminare Russo con un gran diagonale dal limite dell’area.

BUCARO 6: Con una condizione fisica un pelino migliore ed una panchina fatta non solo di giovani acerbi, l’impressione è che il suo Sorrento se la sarebbe giocata fino alla fine, senza timori. I miglioramenti, soprattutto nella fase offensiva, si vedono a vista d’occhio. Da migliorare, invece, qualche meccanismo difensivo, in particolare sulla corsia sinistra.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!