Italia in finale nella 4×100: Rolla fa 49.5 in seconda frazione

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Andrea Rolla secondo frazionista nelle batteria 4x100 SL

Londra – Italia terza nelle batteria della 4×100 SL con il tempo di 3.15.78 (ultimo tempo utile per la finalissima) in una gara veloce ma caratterizzata da una brutta partenza di Dotto che è partito controtempo staccando a 0.80 e mettendo in condizioni subito critiche la squadra. In seconda frazione Andrea Rolla, con il peso di dover già recuperare un grande svantaggio, ha girato un po’ lento facendo segnare un tempo di 49.5, alto rispetto agli altri frazionisti. Santucci e Magnini hanno fatto quello che potevano recuperando il possibile e rientrando in terza posizione. Dotto ha commentato con disappunto la sua partenza rivelando di aver avuto paura di aver fatto squalificare la staffetta a causa del suo movimento in partenza, prima del tuffo. Nella seconda batteria momenti di paura per l’Italia per la grande velocità della gara che ad un certo punto ha fatto pensare che la nazionale fosse fuori dalla finale ma l’epilogo è stato lieto: gli azzurri sono tra i primi otto della staffetta 4×100.
Rolla ha praticamente chiuso qui la sua Olimpiade perchè il suo posto, come egli stesso ha dichiarato, sarà preso da Marco Orsi come da accordi presi in precedenza. «Menomale, siamo in finale – ha detto Andrea – speriamo che oggi vada meglio, anzi sicuramente andrà meglio. Abbiamo deciso di preservare le forze di Orsi che in staffetta può fare la differenza». L’Italia ha comunque raggiunto l’obiettivo e stasera alle 21.50 ora italiane ci aspetta tutta un’altra gara.

®Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!